Centri diurni per anziani fragili, ecco l’elenco delle strutture di Roma

Nella Capitale sono 26 e si occupano di dare assistenza agli over 65 non autosufficienti

I Centri diurni per gli anziani fragili hanno lo scopo di aiutare le persone con più di 65 anni a mantenere o a recuperare le proprie capacità psico-fisiche. A Roma ne esistono 26 e sono distribuiti nei vari municipi. Ecco l’elenco completo.

La loro attività è volta a favorire la socializzazione, le funzioni motorie, cognitive e creative delle persone assistite. I centri erogano anche servizi pasti e trasporto (per chi non può essere accompagnato dai familiari). Per raggiungere tale obiettivo, in queste strutture operano diverse tipologie di professionisti:

A chi si rivolgono. I Centri diurni per anziani fragili sono rivolti a persone parzialmente autosufficienti, residenti a Roma, con età minima di 65 anni per gli uomini e di 60 anni per le donne e senza limiti di reddito.

Quanto costa. Il prezzo che si paga per il servizio viene stabilito in base al reddito riportato dall’Isee dell’utente che richiedere di accedere alla struttura. Sono esentati dalla partecipazione economica gli anziani riconosciuti portatori di handicap grave.

Come si richiede l’accesso al servizio.Per essere inseriti all’interno di un Centro diurno, occorre rivolgersi ai Servizi Sociali del proprio Municipio di residenza. L’assistente sociale effettua una valutazione della situazione e provvede all’inserimento nel centro.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra