Guida a

Tumori al colon retto, la Ausl di Viterbo attiva il programma di prevenzione con visite gratis

Dal 31 marzo 2014 verranno contattati i cittadini tra i 50 e i 74 anni. Previsto un esame gratuito per la diagnosi precoce

È partito il 31 marzo 2014 il programma di prevenzione dei tumori del colon retto della Ausl di Viterbo, grazie al quale si intende coprire capillarmente il territorio della Tuscia nei prossimi due anni. Ogni mese l’azienda sanitaria invierà cinquemila inviti ai cittadini di età compresa tra i 50 e i 74 anni. L’esame è gratuito e non è invasivo: basta infatti solamente il prelievo di un campione delle feci.

Si stima che saranno circa 99 mila gli uomini e le donne della provincia viterbese contattati da qui al 2016. Nella lettera di invito saranno contenute tutte le informazioni necessarie ad effettuare lo screening, compreso l’elenco degli 80 centri di distribuzione delle provette per la raccolta delle feci. Una volta effettuata la raccolta del campione, le provette verranno ritirate dal servizio trasporti aziendali e consegnate al centro di lettura, dove verranno analizzate le feci. In caso di presenza di sangue occulto agli utenti verrà fissata telefonicamente una colonscopia presso i centri di Belcolle, Civita Castellana o Tarquinia.

Lo scopo del programma è quello di effettuare una diagnosi precoce della malattia, per poter eventualmente intervenire per tempo, aumentando così le possibilità di cura e quindi di guarigione. La Ausl di Viterbo d’altronde non è nuova ad iniziative di questo tipo. Da anni, infatti, sono attivi anche i progetti di prevenzione dei tumori del collo dell’utero e della mammella.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra