Rieti, al via la somministrazione del vaccino bivalente anti Covid-19

All'Ex Bosi di Rieti è iniziata la somministrazione dei vaccini aggiornati con formulazione bivalente Original/Omicron BA.1. Si prosegue con le vaccinazioni a domicilio per i non autosufficienti

È partita a Rieti la somministrazione dei vaccini anti Covid-19 aggiornati con formulazione bivalente Original/Omicron BA.1.  

La Asl di Rieti il 13 settembre ha organizzato un Open Day che si è svolto dalle ore 10 alle ore 13 presso il centro vaccinale ex Bosi, con accesso diretto senza prenotazione.   

I cittadini hanno risposto positivamente all’iniziativa e in poco più di due ore sono state numerose le somministrazioni effettuate.  

 

IL VACCINO BIVALENTE

Il vaccino aggiornato copre le ultime varianti del virus. È raccomandato:

  • come prima dose di richiamo a tutti i soggetti over 12 anni

la somministrazione della dose di richiamo è possibile dopo un intervallo minimo di almeno 120 giorni dal completamento del ciclo primario o dall’ultima infezione (data del test diagnostico positivo);

  • come seconda dose di richiamo prioritariamente a:

- tutti i soggetti over 12 anni con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti

- tutti i soggetti over 60 anni

- operatori sanitari

- operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani, anche RSA

- donne in gravidanza

 

L’accesso alla somministrazione del vaccino può avvenire attraverso:

 

“CHIAMATE ATTIVE” PER RAGGIUNGERE ANZIANI E FRAGILI

“Questa mattina abbiamo registrato un buon numero di adesioni e un approccio, da parte dei cittadini, estremamente responsabile verso la vaccinazione contro il Covid-19, ha dichiarato il Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo. Si tratta di un segnale importante soprattutto in vista della stagione invernale e di un possibile nuovo aumento della curva dei contagi”. 

L’Azienda, come accaduto in passato - ha aggiunto D’Innocenzo - "cercherà di supportare i cittadini, soprattutto le persone più esposte a rischio, anche attraverso le cosiddette ‘chiamate attive’ da parte dei nostri operatori. Si tratta di una procedura molto importante, utilizzata anche durante il ciclo vaccinale primario, che permette di raggiungere in maniera diretta e più capillare anziani e fragili, come le persone più isolate”.  

 

VACCINO A DOMICILIO PER I NON AUTOSUFFICIENTI

Da mercoledì 14 settembre, attraverso il servizio ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) della Asl di Rieti, prende il via la somministrazione del vaccino bivalente anche a domicilio, per i cittadini del territorio della provincia di Rieti in condizioni di non autosufficienza.