Estate in salute: 5 consigli per le vacanze

È indicato applicare repellenti cutanei contro gli insetti, bere acqua in bottiglia e mangiare solo cibo cotto

Prima di partire per le vacanze è consigliato informarsi sulla propria situazione vaccinale. Se non si è ancora stati vaccinati contro il morbillo, il meningococco o l’epatite B è consigliato prevedere un piano personalizzato per evitare le infezioni batteriche, soprattutto se ci si reca in paesi tropicali.

Prima di partire è indicato anche prevedere un kit di pronto soccorso con i medicinali che aiutano contro i disturbi gastrointestinali, perché in molte zone l’acqua o il cibo possono essere contaminati. È, inoltre, indicato bere solo acqua in bottiglia e alimenti cotti.

Questi e altri consigli dell’allergologo Alberto Raie per passare una vacanza in salute e prevenire infezioni e malattie.

 

RIVEDERE LA LISTA VACCINI

Primo tra tutti i consigli per trascorrere un’estate in salute, senza correre rischio di incorrere in infezioni batteriche, è quello di rivedere la lista delle vaccinazioni somministrate. È importante informarsi e rivedere i vaccini fatti prima della partenza. A questo proposito l’esperto suggerisce di rivedere la propria situazione vaccinale, in particolare per DTP-IPV-HB-Hib (contro difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae tipo B), MPRV (morbillo, parotite, rosolia, varicella), pneumococco, meningococco e influenza.  In questo modo sarà possibile valutare al meglio un eventuale piano di vaccinazione personalizzato.

 

REPELLENTI CUTANEI CONTRO GLI INSETTI

Per evitare spiacevoli sorprese gli allergologi consigliano di procurarsi i repellenti cutanei da applicare periodicamente sulle parti scoperte. I prodotti andrebbero applicati soprattutto durante gli orari di maggiore attività degli insetti, ovvero al tramonto e di notte. Importante anche l’uso di zanzariere ai letti o alle finestre, aria condizionata. È consigliato, inoltre, indossare di maglie e pantaloni lunghi e di colore chiaro.

 

VACCINI ANTI FEBBRE GIALLA

Le malattie endemiche creano molte preoccupazioni a chi sta partendo per le vacanze in qualche luogo esotico. La vaccinazione contro la febbre gialla è indicata per chi si reca in Paesi dove vi è un rischio di trasmissione. Questo tipo di vaccino è efficace quasi al 100% e rende immuni a partire dal decimo giorno successivo alla somministrazione per circa dieci anni. Risulta invece controindicata per i bambini sotto l’anno d’età, donne in gravidanza, anziani e soggetti allergici ad alcune proteine dell’uovo.

 

BERE ACQUA IN BOTTIGLIA, BOLLITA O DISINFETTATA

Un grande problema delle zone tropicali è l’acqua contaminata, che può provocare malattie gastrointestinali. È consigliato, quindi bere solo acqua minerale in bottiglia sigillata, bollita o disinfettata. Per quanto riguarda il cibo è consigliabile scegliere alimenti cotti e frutta sbucciabile.

 

IL KIT DI PRONTO SOCCORSO

Per evitare disturbi gastrointestinali causati da acqua e cibo contaminati è indicato portare dietro un kit di primo soccorso. E’ consigliato portare con sé un antidiarroico, un disinfettante intestinale, fermenti lattici, crema solare ad alto fattore protettivo e doposole, un disinfettante per le vie urinarie, un repellente per le zanzare specifico per le zone tropicali ed eventuali antimalarici qualora prescritti.