Guida a

Mieloma multiplo, nota informativa dell’Aifa sul pomalidomide

L'Agenzia italiana del farmaco ha emesso un documento che invita medici e pazienti a riferire eventuali effetti collaterali a carico di cuore, fegato e polmoni


Emessa una nota informativa sulla necessità di segnale possibili effetti collaterali del pomalidomide, un farmaco utilizzato per il trattamento del mieloma multiplo. Il documento porta la firma della Celgene, l’azienda che lo produce, dell’Ema (Agenzia europea dei medicinali) e dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco).

Questo prodotto, venduto in Europa con il nome di commerciale di Imnovid, viene somministrato ai pazienti affetti da mieloma multiplo nei quali non abbiano avuto successo altre terapie. Il principio attivo del farmaco presenta però la capacità di provocare alcuni effetti collaterali. In particolare a carico di fegato, polmoni e cuore, con rispettivamente, sintomi di grave epatotossicità, malattia polmonare interstiziale (Ild) e insufficienza cardiaca.

L’Agenzia italiana del farmaco invita quindi tutti i medici a rilevare e riferire qualsiasi episodio avverso durante la terapia. Tutti i dettagli sono contenuti nel documento emanato dell’Aifa. Sebbene l’onere della relazione tecnica sia di competenza medica, i pazienti e i loro parenti sono invitati a riferire allo specialista o al medico di medicina generale qualsiasi manifestazione imprevista, anche non riferibile all’apparenza a fegato, cuore o polmoni.


@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra