“Nutrire la vita”, il progetto del Vaticano per Expo 2015

L'iniziativa promossa dalla Santa Sede prevede la presenza e la partecipazione dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Il cibo può essere non solo strumento di prevenzione ma anche mezzo di terapia. Su queste basi poggia il progetto “Nutrire la vita”. Una serie di iniziative pensate dalla Santa Sede per inquadrarsi in quelle di Expo 2015 e che vede la partecipazione fattiva dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Quest'ultimo, in particolare, ha curato la realizzazione e le messa online di un portale dedicato. All’Ospedale del Vaticano, inoltre, sarà delegata l’organizzazione di quattro convegni scientifici sui temi della nutrizione e di un evento che discuterà della disabilità nella ristorazione.

Molti i temi sul piatto. L’iniziativa affronterà i temi del rapporto tra cibo e nutrizione da ogni punto di vista: si discuterà infatti dall’obesità, della malnutrizione, dei disturbi del comportamento alimentare, delle allergie alimentari del diabete e delle malattie metaboliche. Verranno inoltre affrontati i temi della nutrizione artificiale e del ruolo del microbiota umano (i batteri presenti nell’apparato digerente) che sta emergendo sempre di più alla luce delle ultime ricerche.

“L'attività clinica e scientifica dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – afferma la presidente Mariella Enoc – intercetta ormai da molti anni, e a diversi livelli, il tema dell'alimentazione. Siamo perciò grati della possibilità che ci viene data di poter offrire il nostro contributo specifico all'interno delle iniziative promosse dalla Santa Sede per Expo Milano 2015. In Europa e nei Paesi extraeuropei ad alto reddito i disturbi dell'alimentazione sono in forte crescita, in particolare l'obesità infantile, e destano grande preoccupazione per le conseguenze sulla salute sia a breve che a lungo termine. Da questo punto di vista è essenziale promuovere iniziative di educazione del bambino e della famiglia a sani e corretti stili di vita e alimentari”.

Come funziona il portale.Nutrire la vita contiene informazioni e indicazioni curate dai medici del Bambino Gesù con assoluto rigore scientifico ma comunicate con un linguaggio semplice. I concetti sono espressi e spiegati anche per mezzo di infografiche e video per facilitarne ulteriormente la comprensione. Il sito è diviso seicanali tematici ogni dei quali riporta informazioni relative a un progetto di ricerca e cura del Bambino Gesù.

NutrEat è il canale che promuove la corretta educazione alimentare nei bambini correlata ad un sano stile di vita, per prevenire problemi legati ad obesità e deficit nutrizionali.

AllergEat fornisce ai genitori gli strumenti per conoscere, riconoscere e gestire le allergie alimentari.

TreatEat è la sezione che parla del cibo come terapia per pazienti con malattie metaboliche, epilessia e diabete, costretti a seguire un regime alimentare particolarmente restrittivo, che influisce negativamente sulla sfera relazionale ed emotiva.

MindEat affronta la questione dei disturbi del comportamento alimentare (anoressia e bulimia) cercando di orientare i ragazzi ad una cultura positiva e all'auto-accettazione.

DisabilitEat è dedicato alle famiglie di bambini con disabilità che hanno bisogno di un percorso nutrizionale specifico e adeguato, spesso accompagnato da un supporto clinico o artificiale.

MicrobiotEat è il canale che illustra la correlazione tra alimentazione e microbiota intestinale, promuovendo il ruolo della dieta mediterranea nella salute del bambino e dell'adulto, alla luce delle ultime ricerche scientifiche.


@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra