Esenzione dal ticket, dal primo aprile rinnovo per disoccupati in categoria E02
Ticket

Esenzione dal ticket, dal primo aprile rinnovo per disoccupati in categoria E02

Esenzione dal ticket, dal primo aprile rinnovo per disoccupati in categoria E02

Le persone che devono prorogare l’esonero dal pagamento delle prestazioni sanitarie potranno inoltrare i documenti necessari in autocertificazione

A partire dal primo aprile sarà possibile presentare la richiesta per rinnovare l'esenzione dal ticket per motivi economici. I disoccupati, gli iscritti ai centri per l’impiego e tutti i cittadini o nuclei familiari che hanno bisogno dinon partecipare alla spesa sanitaria per motivi di reddito, potranno presentare autocertificare i documenti del caso. La categoria di esenzione è quella identificata dal codice E02. Nel dettaglio si parla delle persone con reddito pari o inferiore a 8263,31 euro. Tale valore sale a 11362,05 euro se la famiglia è composta da due persone, con l’aggiunta di ulteriori 516,58 euro per ogni figlio a carico della coppia.

Autocertificazione responsabile. I documenti autocertificati potranno essere presentati presso gli uffici della propria Asl di residenza. L’insieme dei soggetti interessati da questa procedura è composto da circa 250.000 persone. Queste dovranno assicurarsi che la domanda contenga dati precisi e verificabili. Le autocertificazioni sono infatti soggette a controlli, negli ultimi anni sempre più frequenti, sia da parte delle forze dell’ordine che dalle stesse aziende sanitarie.

Il rinnovo riguarda solo il codice E02. Si ricorda che questa procedura riguarda esclusivamente le persone esenti dal ticket classificate con il codice E02. Tutte gli altri cittadini che hanno ottenuto in passato l’esenzione in base alla pensione sociale, al superamento dei 65 anni di età, alla pensione minima o per patologia non devono fare nulla. I loro nominativi erano e saranno presenti all’interno dell’archivio delle Asl e nelle liste dei medici di medicina generale.


@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra