Asl Roma D, la giornata contro la sindrome feto-alcolica

In Piazza Rosolino Pilo medici e infermieri saranno a disposizione dei cittadini per informare sui rischi correlati all'assunzione di alcol in gravidanza

Il 9 settembre, a Roma, in Piazza Rosolino Pilo, i medici della Asl Roma D si metteranno a disposizione delle donne per parlare della sindrome feto-alcolica, in occasione della giornata di prevenzione della patologia. In gravidanza, infatti, è altamente sconsigliato bere alcol, in qualunque forma e in qualunque quantità. Anche piccole dosi di bevande alcoliche, infatti, rappresentano un grave rischio per la salute del feto.

Appuntamento alle ore 9:00.La giornata è stata organizzata dalla Asl Roma D in una data non casuale. L’appuntamento, infatti, è fissato alla nona oradel nono giorno del nono mese dell’anno, per stabilire una ideale corrispondenza con i nove mesi dalla gravidanza. Gli esperti della Asl Roma D che saranno a disposizioni dei cittadini, spiegheranno con chiarezza che non esiste una quantità “sicura” di alcol.

La pagina informativa del ministero della Salute. Per approfondire il tema, le donne e i futuri genitori in genere, possono consultare la sezione del sito del ministero della Salute che è stata dedicata al tema della sindrome feto-alcolica. L’informazione su questo argomento è fondamentale in quanto, come si legge sul sito del ministero, “oltre alla FAS, che è la manifestazione più grave del danno causato dall’alcol al feto, si possono verificare una varietà di anomalie strutturali (anomalie cranio facciali, rallentamento della crescita, ecc.) e disturbi dello sviluppo neurologico che comportano disabilità comportamentali e neuro-cognitive”.
 

@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola SanitÓ

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter