Sanità Regione Lazio, siglato il protocollo d’intesa sull’assistenza territoriale

L'accordo, raggiunto con le organizzazioni sindacali della medicina generale, compresa la Fimmg del Lazio, pone la basi per un nuovo modello organizzativo

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, ha siglato con le organizzazioni sindacali della medicina generale Fimmg, Snami, Smi e Intesa sindacale il protocollo d’intesa sulla riorganizzazione dell’assistenza territoriale. L’obiettivo principale di questa iniziativa è lo spostamento progressivo della cura delle patologie dall’ospedale al territorio. Questo traguardo dovrà essere raggiunto attraverso la “presa in carico” dei pazienti da parte di strutture che, a parità di efficacia, dovranno risultare meno dispendiose, più gradite ai cittadini e migliori dal punto di vista dei percorsi di cura. Un sistema che dovrà garantire, tra le altre cose, anche la continuità assistenziale. Secondo Pier Luigi Bartoletti, segretario della Fimmg (Federazione dei medici di medicina generale) del Lazio, la firma del protocollo rappresenta un importante salto in avanti che porterà benefici ai cittadini.

Medici di medicina generale in prima linea.La rete sociosanitaria del futuro dovrà mettere gli operatori nella condizione di lavorare per aumentare la capacità di raccogliere e rispondere alla domanda di salute dei cittadini. “Il coinvolgimento attivo della medicina generale nell’innovazione del sistema – si legge nel testo – rappresenta un elemento fondamentale per il successo di questa strategia e per garantire ai cittadini un’offerta e uno standard di servizi e prestazioni e con un valore aggiunto rispetto a oggi”.

Tempi chiari e obiettivi precisi. Il protocollo, in sostanza, fissa degli obiettivi chiari da raggiungere con un tempistica altrettanto precisa. “La prima tappa del nuovo modello organizzato della sanità territoriale – ha spiegato Bartoletti a Bussola Sanità – sarà l’apertura, a partire da ottobre, degli ambulatori medici nel fine settimana, il potenziamento della guardia medica. Un’innovazione importantissima per i cittadini che presto avranno a disposizione ambulatori che fino a ora erano chiusi 114 giorni l’anno su 365. Obiettivi come questi sono stati resi possibili dall’assunzione delle rispettive responsabilità da parte di tutti gli attori della Sanità regionale”.

“Il principio che abbiamo condiviso con le istituzioni è quello che bisogna dare alle persone ciò di cui hanno bisogno. La firma del protocollo – ha spiegato il segretario della Fimmg del Lazio – risponde a queste esigenze superando una logica puramente contrattuale, per arrivare a una logica di servizio. Il contratto, infatti, deve essere considerato solo uno strumento, e non un obiettivo. Siamo andati oltre logiche di parte e abbiamo concordato sul punto che gli operatori devono essere al servizio delle persone, senza preoccuparsi più di tanto dei problemi gestionali e contrattuali”.

Il testo del protocollo d’intesa include i cinque cardini sui quali dovrà girare l’assistenza territoriale del futuro:

  • Garantire alla cittadinanza una copertura dell’assistenza territoriale per 24 ore al giorno, mediante l’apertura di strutture socio sanitarie per 12 ore al giorno e il servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica).
  • Rendere pienamente disponibile la copertura assistenziale della rete territoriale anche nelle giornate di Sabato, Domenica e festivi
  • Dare piena operatività ai processi di presa in carico dei pazienti con patologie croniche (diabete, BPCO, scompenso cardiaco, ed altre patologie croniche).
  • Intervenire sui tempi di attesa per le prestazioni diagnostiche, sulla base di quanto previsto dal “Piano regionale sul governo delle liste di attesa” e sull’appropriatezza in termini di spesa farmaceutica.
  • Definire un sistema di rendicontazione degli interventi eseguiti attraverso la predisposizione di indicatori di processo e di esito acquisibili attraverso l’adozione di idonee procedure informatiche.


@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter