Pontecorvo, inaugurata la Casa della salute

Grazie alla presenza dei medici di Medicina generale la struttura potrà assistere i pazienti cronici diminuendo il numero degli accessi ai pronto soccorso

Il 31 marzo è stata inaugurata la Casa della salute di Pontecorvo-Cassino. Si tratta della prima struttura di questo tipo attivata nella provincia di Frosinone ed è la seconda del suo genere nel Lazio dopo quella di Sezze(LT). Grazie alla sua presenza i pazienti affetti da patologie croniche potranno essere assistiti da vicino per evitare l'aggravarsi delle loro condizioni.

Secondo Francesco Carrano, segretario della Fimmg (Federazione dei medici di Medicina generale) della Provincia di Frosinone, il nuovo presidio territoriale sarà fondamentale per una “presa in carico” efficace delle persone dallo stato di salute particolarmente fragile. Per arrivare a questo obiettivo la Fimmg di Frosinone ha siglato un preaccordo con l’Asl del capoluogo ciociaro che prevede la presenza dei medici di medicina generale all’interno della struttura.

Riorganizzazione territoriale dell’assistenza sanitaria. Secondo una tendenza in via di consolidamento, la sanità si sta riorganizzando in modo da spostare dagli ospedali al territorio l’erogazione dei servizi sanitari di base. “Il nostro obiettivo – ha spiegato Carrano a Bussola Sanità – è quello di prestare la nostra opera professionale nel modo migliore possibile nell’ottica di rispondere alla domanda di salute dei nostri pazienti. L’accordo che abbiamo siglato con l’Asl di Frosinone farà in modo che presso la casa della salute di Pontecorvo sia presente un medico di famiglia dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00 e al sabato dalle 8:00 alle 14:00”.

Un livello assistenziale su misura. Il lavoro dei medici di famiglia si concentrerà sul tentare di ridurre al minimo il numero dei ricoveri ospedalieri e degli accessi al pronto soccorso provocati dalla riacutizzazione delle patologie croniche. “Si tratta – ha aggiunto Carrano – di condizioni cliniche come broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpo), diabete o scompenso cardiaco. Queste sono patologie che, con un assistenza costante e attenta, possono essere mantenute sotto controllo.

Alta intensità infermieristica. Proprio per questa ragione, la Casa della salute di Pontecorvo comprende 15 posti letto, che saliranno presto a 20, presso i quali i pazienti cronici potranno essere ospitati per qualche giorno. "Qui - ha aggiunto Carrano - le persone saranno assistite secondo la formula della ‘alta intensità infermieristica’. Ciò vuol dire che i pazienti avranno a disposizione, un infermiere 24 ore su 24 che li potrà seguire nella gestione delle terapie farmacologiche complesse, ma anche un medico di medicina generale che potrà intervenire in caso di necessità per risolvere piccole emergenze”.

 

@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter