Anoressia e bulimia, i servizi del San Camillo di Roma

All'interno del padiglione Morgagni operano gli specialisti impiegati nella diagnosi e nella terapia dei disturbi dell'alimentazione

Tra i servizi attivi all’interno dell’Ospedale San Camillo di Roma esiste anche quello prestato dal centro per la diagnosi e la cura dell’anoressia e della bulimia. Queste, che fanno parte dei disturbi dell’alimentazione, rappresentano un problema per circa tre milioni di italiani.

Un lavoro di équipe.Il reparto, diretto da Bruno Leonetti, si trova al terzo piano del padiglione Morgagni ospita un ambulatorio e un day hospital. Il personale impiegato qui ha il compito di prendere in carico i pazienti per dare una risposta ai loro problemi che, dalla sfera alimentare, spesso si estendono ad altre aree cliniche. Per questo l’attività assistenziale è prestata da una pluralità di specialisti. Un lavoro di équipe che si concentra sulla migliore interpretazione dei sintomi, non solo psicologico ma anche fisico, dei loro pazienti.

Aiuto a 360 gradi.Le persone che accusano disturbi alimentari sono soggetti particolarmente fragili dal punto di vista psichico ma hanno bisogno di assistenza da parte di figure professionali diverse per quanto riguarda il corpo. Il loro fisico, infatti, può presentare problemi che richiedono un consulto da parte del cardiologo o del ginecologo. Quest’ultima figura è particolarmente importante in quanto anoressia e bulimia vengono spesso diagnosticate nelle adolescenti e nelle giovani donne.


Contatti:

@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola SanitÓ

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter