Alcolismo, nuovo approccio “soft” al Gemelli di Roma

La metodica prevede la riduzione progressiva del consumo di alcol anche grazie all'aiuto di un farmaco. I pazienti vengono seguiti con la "terapia della parola"

Una nuova terapia per battere l’alcolismo è stata messa a punto dagli psichiatri del Policlinico Agostino Gemelli di Roma. Si tratta di un approccio “soft” che combina il trattamento psicologico e quello farmacologico, per combattere e vincere l’alcolismo procedendo per gradi.

La terapia, denominata “trattamento riabilitativo integrato di supporto psicosociale”, viene somministrata dagli specialisti del Day Hospital di Psichiatria e Farmacodipendenze – Sub-Unità Alcologica dell’ospedale dell’Università Cattolica. Le persone che vengono prese in carico qui ricevono un farmaco anti-alcol (il Nalmefene) che, insieme alla psicoterapia contribuisce alla riduzione del consumo di alcolici, fino al raggiungimento dell’astensione completa dal vizio della bottiglia.

“Si tratta di un approccio del tutto nuovo e senza eguali - spiega il professor Luigi Janiri, responsabile del Day hospital diretto dal professor Pietro Bria - messo a punto da noi sulla base delle ultime ricerche nel campo dell’alcolismo. Con questo metodo il paziente verrà accompagnato verso una maggiore consapevolezza sia del disturbo sia di uno stato di salute psico-fisico migliore, grazie alla riduzione del consumo alcolico, accrescendo la motivazione al cambiamento”.

Secondo i dati riportati in un comunicato del Policlinico Agostino Gemelli, nel Lazio il 15,6% delle persone risulta consumatore di alcol a rischio, cioè che ingerisce un quantitativo maggiore di 500 ml di vino al giorno o un litro e 320 ml di birra ogni 24 ore.

Le persone interessate possono accedere al servizio prenotando una visita:

  • Chiamando il numero 06.3015.4122 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 14.00;
  • Mandando un'e-mail all’indirizzo: segreteriadh@lapromessa.it
     

@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter