Neuroriabilitazione, il modello Bambino Gesł

L'ospedale pediatrico mette a disposizione 50 posti letto dotati di apparecchi ad alta tecnologia che sono spesso unici al mondo

Presso l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù è attivo un reparto di Neuroriabilitazione pediatrica che rappresenta una delle eccellenze della Sanità del Lazio. I pazienti hanno a disposizione 50 posti letto divisi tra le sedi di Palidoro, che può ospitare 30 persone, e quella di Santa Marinella, che gestisce gli altri 20 posti letto. Le due strutture formano un’unità operativa che accoglie neonati, bambini e adolescenti che sono stati colpiti da malattie neurologiche invalidanti o che soffrono delle conseguenze di queste patologie. I pazienti provengono per la maggior parte, circa il 70 per cento, da regioni diverse dal Lazio.

“La nostra unità – ha spiegato a Bussola SanitàEnrico Castelli, direttore del dipartimento –opera all’interno di un ospedale che comprende tutte le specialità mediche. In questo modo costituiamo un policlinico pediatrico che è l’unico del suo genere in Italia e non solo per questo motivo. Siamo gli unici che hanno creato un reparto ad hoc per il trattamento pediatrico delle malattie e delle lesioni che interessano cervello e midollo spinale. Un’altra delle nostre particolarità è quella di essere altamente specializzati nella terapia della spasticità muscolare che interviene in caso di danno neurologico. Per quanto riguarda questo ambito siamo il riferimento del centro sud per il trattamento dei pazienti con la tossina botulinica, un farmaco che consente di alleviare i problemi di rigidità”.

Nel 2012 l’Unità operativa ha trattato circa 700 pazienti nell’ambito del reparto. I sanitari operano anche attraverso un ambulatorio che, sempre nel 2012, ha effettuato circa 9700 visite e un Day hospital che assistito 6700 persone.

L’integrazione delle terapie si concretizza nel fatto che il trattamento dei pazienti comincia anche prima che questi arrivino effettivamente in neuroriabilitazione. “La nostra metodologia di lavoro – ha aggiunto Castelli – prevede che il nostro intervento cominci già quando i piccoli pazienti sono ancora ospitati nei reparti di provenienza. Siamo particolarmente attivi, inoltre, nel campo della ricerca e sviluppo di tecnologie robotiche. Grazie alla collaborazione con il dipartimento di Meccanica dell’Università “La Sapienza”, siamo stati in grado di creare apparecchiature riabilitative uniche al mondo. Abbiamo anche adattato a pazienti pediatrici un particolare esoscheletro di fabbricazione israeliana chiamato “Rewalk”. Si tratta di un apparecchio avveniristico che consente a pazienti paraplegici di tornare a camminare supportati da motori elettrici”.

L’Ambulatorio è attivo il martedì e giovedì dalle ore 09:30 alle ore 13:30.
Il Day Hospital è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30.

Per prenotarsi ci si può rivolgere direttamente al reparto telefonando al numero 0766.5244.256 oppure tramite il Cup telefonando all’803333.

Al reparto di degenza si accede in seguito a visita ambulatoriale, day hospital o tramite prenotazione 0766.5244.215

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanitą

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter