De' Lellis, riorganizzazione del servizio di Fisiokinesiterapia

Potenziato il servizio di Fisiokinesiterapia anche attraverso lo spostamento sul territorio di attività e prestazioni sospese in questi mesi in Ospedale

Nei giorni scorsi, la Direzione Aziendale della Asl di Rieti, ha approvato il Piano per la ripresa delle attività e il riavvio dei servizi ospedalieri.

Il Piano è stato predisposto e presentato dal Direttore Sanitario facente funzioni dell’Ospedale San Camillo de’ Lellis di Rieti, dott. Luca Casertano e condiviso con tutti i Direttori delle Unità Operative ospedaliere.

Il Piano garantisce la sicurezza delle persone attraverso il necessario distanziamento e tutte le misure per prevenire il contagio, nel rispetto delle particolari peculiarità dell’Ospedale, all’interno del quale coesistono attività di degenza Covid e non Covid.

 

RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI FISIOKINESITERAPIA

La fisiokinesiterapia è un trattamento fisioterapico di riabilitazione motoria di un paziente mediante l’intervento manuale o l’esercizio terapeutico, indicato soprattutto nei casi in cui è necessario un recupero muscolare e articolare, in seguito a traumi di varia entità e diversi tipi di intervento chirurgico.

In questa delicata fase di transizione post Covid, il servizio di Fisioterapia all’interno del de’ Lellis viene mantenuto e riorganizzato. Come altri servizi ospedalieri, la Fisiokinesiterapia è stata oggetto di una riorganizzazione delle attività e delle agende di prenotazione. Tale riorganizzazione è tesa a un sostanziale potenziamento del servizio, anche attraverso lo spostamento sul territorio di quelle attività e prestazioni sospese in questi mesi in Ospedale.

Sarà assicurata un'implementazione delle agende di prenotazione per operare anche in fasce orarie precedentemente non operative e più favorevoli alla popolazione (ad esempio in orario pomeridiano). 

La nuova distribuzione degli spazi, come per altri servizi, non comporta alcuna riduzione delle attività di fisioterapia e risponde alle esigenze di garantire appuntamenti meno frequenti e con più spazi a disposizione in totale sicurezza, garantendo ai cittadini il maggior numero di prestazioni specialistiche possibili.

Il prossimo venerdì 5 giugno, il Piano sarà oggetto di opportuno approfondimento alla presenza delle organizzazioni sindacali di categoria e verrà presentato dai Direttori Sanitari di Ospedale e di Azienda che lo hanno proposto, e se alcuni aspetti della proposta dei Direttori Sanitari dovessero presentare criticità, si interverrà per migliorarlo.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter