Coronavirus, Asl di Rieti: rispettare le regole dopo il lockdown

La Asl di Rieti ricorda che è indispensabile evitare assembramenti.
Massima attenzione perché comportamenti sbagliati ed eccessivi rischiano di vanificare gli sforzi fatti finora

La Fase 2 verso il ritorno alla quotidianità inizia con un appello al senso di responsabilità e al rispetto delle regole. Restano valide le esigenze di contenimento della pandemia e di prevenzione del contagio dopo l'iniziale uscita dal lockdown.

In questa fase, serve ancora massima cautela, senza allentare le misure di protezione individuale. Comportamenti sbagliati ed eccessivi, rischiano di vanificare gli sforzi fatti finora, con ilrischio che la curva di contagi torni a salire, dichiara la Direzione Aziendale della Asl di Rieti.

 

MISURE DI PREVENZIONE

Il rispetto delle distanze di sicurezza anche all’aperto è fondamentale e, ove necessario, bisogna utilizzare le mascherine.

È indispensabile evitare assembramenti: per il contenimento della diffusione del Coronavirus è obbligatorio usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto. Tali misure di protezione individuale vanno utilizzate in tutte le occasioni in cui non è possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.

Le persone sottoposte a quarantena non possono lasciare la propria abitazione o dimora.

Le persone con infezione respiratoria caratterizzata da febbre superiore a 37,5° C devono rimanere a casa e contattare il proprio medico curante.

È raccomandato a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche, comorbilità o con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità.

 

L’APPELLO DELLA ASL DI RIETI

Occorre ricordare, ancora una volta e con forza a tutte le persone, di fare massima attenzione – sottolinea la Asl di Rieti – perché esporre se stessi al contagio significa esporre al contagio anche i propri cari. Il virus non è cambiato, sono soltanto le condizioni di sicurezza adottate in questi mesi che hanno determinato il miglioramento certificato dai dati che ogni giorno forniamo alla cittadinanza.

È necessario pertanto procedere con senso di responsabilità, attenendosi a tutte le misure di sicurezza in vigore: soltanto attraverso tale comportamento eviteremo una recrudescenza del virus.  

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter