Coronavirus, assistenza farmaceutica: accordo tra Asl e Federfarma Rieti

Firmato un accordo per l'attivazione del Servizio di continuità assistenziale farmaceutica per i pazienti in isolamento fiduciario o in sorveglianza attiva a causa del Coronavirus

La Asl di Rieti e Federfarma Rieti, l’Associazione Sindacale dei Farmacisti Titolari di Rieti e Provincia, hanno firmato un accordo operativo per l’attivazione della continuità assistenziale farmaceutica ai pazienti in isolamento fiduciario o in sorveglianza attiva a causa del Coronavirus.

L’accordo, firmato dal Direttore Generale della Asl di Rieti, Marinella D’Innocenzo e dal Presidente di Federfarma Rieti, Pierluigi Cortellini, presta la massima attenzione ai pazienti vulnerabili e fragili, senza sostegno familiare.

 

CORONAVIRUS: IL SERVIZIO FARMACEUTICO

La procedura operativa di emergenza, nelle farmacie del reatino, si rende necessaria per garantire il regolare approvvigionamento di farmaci e presidi su prescrizione del Servizio Sanitario Nazionale ai pazienti che si trovano in condizioni di isolamento determinato dalla diffusione del virus COVID-19.

Le prescrizioni mediche potranno essere inviate alla Farmacia:

- dal medico di medicina generale (MMG), attraverso l’acquisizione della scelta da parte del paziente;

- dalla farmacia di fiducia;

- direttamente dal paziente stesso.

 

La Farmacia, ricevuta la prescrizione, provvederà alla consegna domiciliare rispettando le cautele previste per evitare il contagio.

I pazienti, potranno rivolgersi alla propria farmacia di fiducia, anche per l’erogazione di farmaci a “distribuzione diretta”. Il farmacista in questo caso provvederà a contattare la Asl e l’Associazione Federfarma Rieti per il ritiro e la consegna, che avverrà su presentazione di specifica delega.     

Il numero verde 800 189 521 è attivo per la richiesta di informazioni sulle modalità di approvvigionamento dei farmaci. 

 

VICINANZA A PAZIENTI E FAMILIARI IN TUTTA LA PROVINCIA

“Il servizio – spiega il Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo – grazie ad una maggiore tempestività e coordinamento nell’erogazione dei farmaci, ci permetterà di essere ancora più vicini ai pazienti e ai loro familiari, che in questo momento si trovano in isolamento presso la propria abitazione, spesso in comuni collocati in zone disagiate della provincia”.  

“L’accordo nasce per l’esigenza di mitigare le difficoltà del momento – spiega il presidente di Federfarma Pierluigi Cortellini – per questo, negli eventi tragici che stiamo vivendo, lavoreremo con efficacia e in sicurezza su tutto il territorio della provincia, a garanzia dei cittadini maggiormente in difficoltà, pur restando operativi nelle nostre sedi, come è nostro compito e dovere”.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter