Rieti, il 16 ottobre tappa della Granfondo dei Trapiantati

La Carovana sportiva e solidale nel pomeriggio sarà accolta dalla Direzione Aziendale della Asl di Rieti e parteciperà a un incontro informativo e di sensibilizzazione presso la Sala consiliare del Comune di Rieti

La Carovana della Granfondo Nazionale Trapiantati, giunta quest’anno alla 16ª edizione, approderà a Rieti mercoledì 16 ottobre e dal 14 al 20 ottobre 2019 percorrerà 5 tappe delle strade delle città di Umbria e Lazio: Perugia, Spoleto, Rieti, Latina, Terracina e Formia. La tappa odierna Spoleto - Rieti (65 km) e la tappa in programma domani 17 ottobre (40 km) vedrà il capoluogo reatino protagonista di una grande manifestazione di solidarietà per promuovere la cultura della donazione degli organi.

I ciclisti trapiantati che percorrono le strade delle regioni d’Italia vogliono ricordare che un trapianto cambia la vita e la donazione degli organi salva vite umane. Organizzata dall’Associazione Amici del Trapianto di Fegato Onlus di Bergamo in collaborazione con la ASST Papa Giovanni di Bergamo, la tappa reatina del tour prevede alle ore 16,30 l’arrivo di 25 tra ciclisti, volontari e organizzatori in piazza Vittorio Emanuele II e alle ore 17 un incontro presso la Sala consiliare del Comune di Rieti alla presenza del Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo, delle Istituzioni cittadine, dei dirigenti medici del Coordinamento trapianti della Asl di Rieti, delle Associazioni di Volontariato AIDO e AVIS e di alcune Associazioni sensibili al tema come il Lions Club Rieti Host.

Negli anni l’Associazione bergamasca "Amici del Trapianto di Fegato" Onlus è promotrice di varie iniziative e progetti, in modo particolare è impegnata nella promozione dell’attività sportiva nel post trapianto: in bicicletta con la “Granfondo dei Trapiantati”, le passeggiate in montagna con “A spasso con Luisa” e con la “LiveLoveLiver” per giocatori di Golf.

 

I CICLISTI TRAPIANTATI: “Il trapianto è vita!” 

Gli stessi trapiantati saranno testimoni diretti dell’importanza di donare gli organi dopo la morte. I volontari dell’Associazione, gli stessi ciclisti, insieme ai professionisti della Asl di Rieti, spiegheranno l’importanza del gesto di donare: una decisione vitale per quei pazienti che non possono avere altre cure, per i quali ricevere un organo da un donatore rimane l’unica speranza di guarigione.

Il messaggio che vuole lanciare la Granfondo e la Asl di Rieti, che sostiene l’iniziativa, è che proprio lo sport offre il miglior supporto al benessere dei pazienti trapiantati. Un corretto stile di vita e una sana attività fisica garantiscono infatti una più duratura sopravvivenza dell’organo trapiantato. La Granfondo, competizione sportiva e solidale, infonderà coraggio a tutti coloro che sono prossimi ad un intervento di trapianto. L’obiettivo della manifestazione sportiva e solidale è, allo stesso tempo, educare sull’importanza e sulla differenza che ciascuno può fare scegliendo di donare gli organi per salvare vite umane.  

 

GLI APPUNTAMENTI A RIETI

Mercoledì 16 ottobre:

ore 16.30 – arrivo della Carovana della Granfondo dei Trapiantati in Piazza Vittorio Emanuele II

ore 17.00 – incontro presso la Sala consiliare del Comune di Rieti

 

Giovedì 17 ottobre (prima della terza tappa Rieti – Latina)

Breve incontro con gli studenti dell’Istituto Magistrale Elena Principessa di Napoli: ciclisti, volontari, medici e infermieri illustreranno le attività di trapianto e renderanno note le modalità per aderire alla donazione degli organi.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter