Asl di Rieti, percorso di diagnosi e trattamento del carcinoma mammario

Gli esami che aiutano a prevenire e scoprire il carcinoma mammario.
Il percorso clinico della diagnosi e del trattamento del tumore al seno nel Dipartimento Oncologico del de' Lellis di Rieti

Sensibilizzazione, prevenzione ed educazione sanitaria sono strategie fondamentali per aumentare la consapevolezza dell’importanza della diagnosi precoce, essenziale per incrementare le possibilità di guarigione dal tumore. Nel caso del tumore al seno, ogni anno in Italia viene diagnosticato ad oltre 50.000 donne e grazie alla prevenzione la possibilità di guarigione può avvenire anche nel 90% dei casi, come sottolinea il Dipartimento Oncologico dell’Ospedale San Camillo de’ Lellis

Nel mese di Ottobre, dedicato alla prevenzione del tumore al seno, è ancora più importante intraprendere un percorso clinico che parta da un Programma di Screening Oncologico. Per tutto il mese la campagna di screening per il tumore alla mammella "Ottobre Rosa" è estesa anche alle donne tra i 45 e i 49 anni, che non rientrano nei percorsi organizzati attivi tutto l’anno. Nella Asl di Rieti, da molti anni è in atto lo screening mammario per le donne di età compresa tra 50 e i 74 anni, che vengono invitate a sottoporsi ad esame mammografico con controlli biennali.

L’Ambulatorio Oncologico Integrato/Senologia dell’Ospedale de’ Lellis e il G.I.C.O – Gruppo Interdisciplinare delle Cure Oncologiche costituiscono punti di riferimento per le donne di tutta la Provincia di Rieti.

 

ESAMI PREVENTIVI

L’autopalpazione è un esame di immediata e facile esecuzione e ha il compito di far conoscere ad ogni donna il proprio seno e le variazioni cui è sottoposto nelle fasi del ciclo mestruale. Si può eseguire anche durante il bagno o la doccia. Se si avverte un nodulo mammario è indispensabile rivolgersi a un medico che ha il compito di accertarne la natura.

L’ecografia è consigliabile nelle donne più giovani con un seno più denso e più difficile da controllare con l’autopalpazione. Tuttavia, non è un esame previsto nei programmi di screening.

La mammografia è un esame fondamentale perché permette di diagnosticare eventuali lesioni di piccole dimensioni, ancor prima che possano essere identificate al tatto. Tale esame trova indicazione a scopo preventivo, e quindi in assenza di sintomi, in tutte le donne dopo i 40 anni, con un intervallo di 12/18 mesi tra un esame e il successivo. In presenza di sintomi, l’esame è indicato a qualsiasi età su consiglio medico. È bene ricordare che la dose di radiazioni utilizzata è molto bassa e che i rischi ipotetici sono decisamente inferiori ai benefici dello screening.

La Risonanza Magnetica mammaria viene eseguita come indagine di secondo livello.

 

CARCINOMA MAMMARIO: PERCORSO PER LA DIAGNOSI E IL TRATTAMENTO

Il percorso clinico nella Asl di Rieti prevede diverse fasi:

  • in corso d’esame mammografico, qualora esista il sospetto di una lesione tumorale, nella medesima seduta il radiologo effettua un’ecografia di controllo e un eventuale ago aspirato (biopsia);

  • il prelievo è esaminato dall’anatomo-patologo ed entro 7 giorni viene comunicata la diagnosi;

  • nel caso di positività, la paziente è inviata al Servizio di Radiologia e in quella sede le viene comunicato l’esito dell’esame;

  • la paziente viene inviata al Reparto di Oncologia ove, entro una settimana, vengono effettuati gli esami necessari per il successivo trattamento;

  • il G.I.C.O (Gruppo Interdisciplinare delle Cure Oncologiche), costituito da specialisti in radiologia, oncologia, anatomia patologia, radioterapia, chirurgia, chirurgia ricostruttiva, si riunisce per scegliere il trattamento personalizzato e più idoneo ad ogni singola paziente. È possibile l’integrazione, qualora necessario, con uno psicologo dedicato e un biologo nutrizionista;

  • la Case Manager organizza le varie fasi del processo.

 

L’Ambulatorio Oncologico Integrato/Senologia, che ha diffuso un opuscolo sul tema “Proteggi il tuo SENO”,  risponde al numero 0746.278534.

Il numero verde della Asl di Rieti dedicato allo screening è 800.64.69.99 ed è attivo dalle 11.00 alle 13.00. È possibile chiamare nel caso in cui non dovesse pervenire la lettera di invito per sottoporsi allo screening, per modificare la data dell'appuntamento o per avere informazioni e prenotare un esame.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter