De' Lellis, ondate di calore: in media 25-30 accessi giornalieri al Pronto Soccorso

La Asl di Rieti rinnova l'appello ad adottare comportamenti corretti per evitare malori dovuti al caldo

L’intensa ondata di caldo che in questi giorni sta colpendo l’Italia da Nord a Sud, compresa la Provincia di Rieti nel Lazio, costituisce un rischio soprattutto per la salute di alcuni gruppi di popolazione, i cosiddetti pazienti “fragili”:  persone sopra i 65 anni, disabili, malati cronici o persone che fanno uso abituale di farmaci, neonati e bambini molto piccoli. In aumento, Nelle ultime settimane, al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Camillo de’ Lellis di Rieti, si è registrata una media di 25-30 accessi al giorno correlabili all’ondata di caldo.

 

I NUMERI

Esaminando le statistiche di accesso del mese di giugno, emerge che presso l’Unità di Medicina e Chirurgia di Accettazione e d’Urgenza del de’ Lellis di Rieti, su un totale di 2902 accessi, sono stati trattati 374 pazienti al di sotto dei 15 anni e 1048 al di sopra dei 65anni, con un aumento intorno al 15% dovuto a patologie come disidratazione, colpo di calore, astenia, correlabili alle temperature elevate dell’ultimo mese.

 

I SINTOMI DEL COLPO DI CALORE

I principali sintomi del colpo di calore sono:

  • mal di testa

  • debolezza

  • nausea

  • sete intensa

  • crampi

  • confusione mentale

  • dolori al torace

  • tachicardia

  • innalzamento della temperatura corporea

  • perdita di coscienza

 

CONSIGLI UTILI

La Asl di Rieti rinnova l’appello ad adottare comportamenti corretti per evitare i colpi di calore. Tra i principali accorgimenti:

  • uscire all’aperto solo nelle prime ore del mattino e la sera, se non altrimenti necessario

  • bere abbondantemente acqua (non fredda), con particolare attenzione ai bambini che non bevono autonomamente

  • alimentazione leggera, in particolar modo a pranzo, con abbondante consumo di frutta e verdura di stagione

  • assumereintegratori di sali minerali (sotto consiglio del proprio medico curante)

  • indossare indumenti che favoriscano la traspirazione evitando tessuti sintetici

 

COSA FARE IN CASO DI MALORE

È bene assumere immediatamente la posizione declive, con gli arti inferiori sopraelevati, senza tentare di resistere ai sintomi. In questo modo, si eviteranno cadute rovinose con conseguenze spesso molto gravi.

In caso di malore dovuto al caldo, occorre chiamare il 118. Nel frattempo, è opportuno:

  • far distendere la persona in un luogo fresco

  • sollevare le gambe

  • fare bere molta acqua

  • abbassare la temperatura corporea bagnando con attenzione il viso e il corpo

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter