Copertura vaccinale 2018-2019: la Asl di Rieti raggiunge il 55,5%

In Provincia di Rieti migliora il trend su vaccinazioni di operatori sanitari, ultra 65enni, soggetti a rischio

La vaccinazione è lo strumento più efficace e sicuro per la prevenzione delle malattie infettive e diffusive. Un’elevata copertura vaccinale apporta benefici che derivano dalla immunizzazione per l’individuo e per la comunità.

In questo contesto, emergono risultati positivi dalle vaccinazioni effettuate in Provincia di Rieti, dove si è registrato un significativo miglioramento della copertura vaccinale 2018 – 2019.

 

TREND POSITIVO: I DATI

L’Azienda Sanitaria Locale reatina si è distinta per i risultati positivi ottenuti nel Lazio e a livello nazionale.

Rispetto allo scorso anno, infatti, la Asl di Rieti ha raggiunto il 55,5% di copertura superando la media regionale (52,3%) e quella nazionale (52,7%).

È stato riscontrato un miglioramento di tutti gli obiettivi prefissati all’inizio della stagione vaccinale, rispetto all’anno precedente: +6,8% sulla vaccinazione degli operatori sanitari, +2,2% sugli ultra 65enni e +6,9% sui soggetti a rischio (diabetici).

 

STAGIONE INFLUENZALE E COPERTURA VACCINALE

La stagione influenzale da poco conclusa, si è contraddistinta per un periodo iniziale di bassa incidenza, durato sino alla fine di dicembre 2018 e per l’intensificarsi dell’attività virale, all’inizio del 2019, con un picco di incidenza nelle prime cinque settimane dell’anno in corso: il livello è stato pari a circa 14 casi per mille assistiti (livello epidemico di alta intensità).

In linea con i dati degli ultimi anni, sono state soprattutto le età pediatriche le più interessate da questa stagione influenzale.

In particolare, l’incidenza per i bambini sotto i 5 anni ha superato quella della stagione 2017-2018. Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è stata pari a circa 5 casi per mille assistiti, mentre tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni, a meno di 1 caso per mille assistiti.

Continua anche nel 2019 il trend osservato negli ultimi anni: gli ultra 65enni vaccinati raramente si ammalano o presentano complicanze.

Durante l’infanzia, invece, è più alta la percentuale di casi di influenza, che nei soggetti di questa fascia di età causa il protrarsi della malattia e le reinfezioni secondarie.

 

ASL DI RIETI AI PRIMI POSTI NEL LAZIO PER COPERTURA VACCINALE

“L’Azienda – spiega la dottoressa Giuseppina Bartolomei dell’Unità di Igiene Pubblica e coordinatore per la campagna antinfluenzale della Asl di Rieti – nell'ultimo anno ha investito sia nelle campagne informative pubbliche che nella formazione specifica degli operatori sanitari. Uno sforzo che ha permesso alla Asl di Rieti, grazie al prezioso contributo dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta, di essere tra le prime tre Aziende Sanitarie del Lazio per risultati di copertura vaccinale raggiunta”.

 

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter