Tumore al seno, il percorso di cura della Breast Unit del Campus Bio-Medico

All'interno dell'unità di senologia del centro romano la donna viene seguita da un team di specialisti e curata secondo i più alti standard europei

Una donna con il tumore al seno curata da una Breast Unit ha il 18 per cento di probabilità in più di vincere la sua battaglia. L’Italia ha recepito le indicazioni dell’Unione europea e ha dato vita a Seno Network, la rete nazionale delle oltre 120 strutture, presenti in molte regioni italiane, che rispettano determinati standard nella presa in cura delle pazienti. Di queste ne fa parte l’Unità di Senologia del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, coordinata dal Prof. Vittorio Altomare.

 

TUMORE AL SENO: I NUMERI

Oggi il tumore al seno è ancora una grave emergenza. Il carcinoma della mammella è la neoplasia più frequentemente diagnosticata nel sesso femminile, rappresentando il 30% di tutti i tumori. Ogni anno, in Italia, sono 50.500 i nuovi casi, come certificato dall’Associazione Italiana dei Registri Tumore. Ma se la tendenza ad ammalarsi di questa patologia continua a crescere, dalle statistiche arriva un dato positivo: tra il 2010 e il 2017 in Italia sono aumentate del 26 per cento le donne che sono guarite.

Fondamentale diventa dunque la prevenzione, ma soprattutto l’informazione. Ancora oggi meno del 10 per cento della popolazione femminile conosce l’esistenza delle Breast Unit sul territorio e dei vantaggi che le cure personalizzate possono portare non solo nella cura ma anche per una migliore qualità della vita. 

 

LE BREAST UNIT NEL LAZIO  

Con il termine Breast Unit vengono identificati i centri di senologia multidisciplinari che utilizzano percorsi diagnostico-terapeutici e assistenziali coerenti con le linee guida nazionali e internazionali e prevedono la presa in carico della donna affetta da carcinoma mammario lungo ogni tappa del percorso, dalla diagnosi al follow-up.

Solo nel Lazio i centri multidisciplinari dedicati alla cura del tumore al seno sono 15 (11 nell’area metropolitana di Roma e uno per ciascuna provincia), ai quali si affiancano 39 centri di screening e 36 strutture di diagnostica clinica. Queste unità rientrano nel Senonetwork, un Network realizzato con lo scopo di promuovere il trattamento della patologia della mammella in Italia in centri dedicati che rispettino i requisiti europei e permettere a tutte le donne di essere curate in centri di eccellenza.

                                         

LA BREAST UNIT DEL POLICLINICO CAMPUS BIO-MEDICO  

All’interno della Breast Unit operano figure delle più diverse discipline, dal senologo all’oncologo agli esperti in Diagnostica per immagini, radiologia e Anatomia patologica. Seguono la paziente anche il chirurgo plastico e lo psicologo, oltre a un Case Manager in grado di gestire al meglio il processo assistenziale. L’unità permette alla donna di affrontare la patologia con la sicurezza di essere seguita da un team di specialisti, curata secondo i più alti standard europei e accompagnata nell’intero percorso di malattia.

La Breast Unit del Policlinico Campus Bio-Medico tratta circa 250 casi l’anno, con numeri in crescita, e rappresenta un’opportunità di cura e assistenza per il tumore al seno.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter