Asl di Rieti per la presa in carico dell'alunno affetto da cronicità

Siglato il Protocollo per garantire agli alunni la somministrazioni di farmaci durante le ore scolastiche e il pieno raggiungimento del successo

Grazie alla diffusione delle “Buone Prassi” l’Asl di Rieti e l’Ufficio Scolastico Territoriale si impegnano a formare il personale docente. È quanto sottoscritto dalle due realtà con il Protocollo d’Intesa per la somministrazione dei farmaci in ambito e orario scolastico.

Il percorso interistituzionale punta a favorire la presa in carico e l’inclusione degli alunni affetti da malattie croniche. Gli Istituti scolastici della provincia reatina potranno, inoltre, avvalersi di personale sanitario per l’organizzazione della presa in carico dei ragazzi durante l’orario scolastico.

 

 

IL PROTOCOLLO PER TUTELARE LA SALUTE DEGLI ALUNNI

La Direzione Aziendale della Asl di Rieti e l’Ufficio Scolastico Regionale, Ufficio XI Ambito Territoriale di Rieti, per la prima volta monitoreranno la realtà reatina e territoriale sulle patologie croniche in età evolutiva. Il Protocollo d’Intesa sottoscritto è stato voluto per agevolare la presa in carico, da parte degli istituti, dell’alunno attraverso l’elaborazione di un Piano Terapeutico Individuale. Durante la realizzazione verranno coinvolte diverse figure professionali, dai Medici di Medicina Generale, ai Pediatri di Libera Scelta e gli Specialisti, che interverranno nell’elaborazione di un Piano procedurale per la somministrazione dei farmaci: come continuità terapeutica e gestione delle emergenze. 

Il Protocollo focalizza l’attenzione sull’assoluta necessità di tutelare la salute ed il benessere degli alunni e ragazzi attraverso l’elaborazione di un percorso integrato interistituzionale che ha come obiettivo la centralità del ragazzo ponendosi come strumento di supporto alle Istituzioni Scolastiche e di sostegno per le famiglie coinvolte.

 

LE BUONE PRASSI

La Direzione Aziendale della Asl di Rieti intende realizzare il Progetto attraverso l’utilizzo e la diffusione di “Buone Prassi” mettendo in atto programmi di formazione per il personale docente, il quale potrà avvalersi del supporto dei referenti sanitari preposti. Gli Istituti scolastici della provincia potranno inoltre avvalersi di personale sanitario per l’organizzazione della presa in carico degli alunni e ragazzi durante l’orario scolastico.

Il Protocollo garantirà agli alunni affetti da patologie croniche che necessitano di interventi terapeutici programmati o di interventi in emergenza prevedibile, il pieno raggiungimento del successo scolastico.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter