Raccolta funghi: servizio di commestibilità offerto dall'Asl di Rieti

La Direzione Aziendale apre gratuitamente le porte dell'Ispettorato Micologico per i controlli preventivi contro gli avvelenamenti

Si avvicina l’autunno, il periodo dell'anno in cui numerosi appassionati si dedicano alla raccolta dei funghi. Dalla raccolta alla tavola, però, il passo non è così breve, I funghi freschi spontanei, infatti, per essere consumati, devono essere muniti di certificazione, rilasciata dal Dipartimento di sanità pubblica della propria Asl. 

 

LA CERTIFICAZIONE DI COMMESTIBILITÀ

I funghi freschi possono essere venduti o somministrati solo se muniti di certificazione che ne attesti la commestibilità. L’autorizzazione deve essere rilasciata dall’Ispettorato micologico del Dipartimento di sanità pubblica dell’Asl e da micologi iscritti nell’apposito Registro nazionale o regionale.

È importante effettuare il controllo sulla commestibilità dei funghi nel più breve tempo possibile e sull'intero quantitativo raccolto, onde prevenire intossicazioni legate a specie non commestibili o a porzioni di funghi contenenti parti nocive.

 

IL SERVIZIO OFFERTO DALL’ASL DI RIETI

La Asl di Rieti, Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione - Ispettorato Micologico, per l’occasione attiva un Servizio gratuito di certificazione della commestibilità a favore dei cittadini raccoglitori. In questo modo la Direzione Sanitaria punta a favorire la prevenzione dagli avvelenamenti da funghi su tutto il territorio provinciale. 

Si possono rivolgere al Servizio tutti i cittadini che, abitualmente od occasionalmente, raccolgono e vogliono consumare funghi selvatici senza rischiare conseguenze anche molto gravi. E’ importante sottoporre al controllo l’intero quantitativo dei funghi raccolti.  Dopo il controllo ispettivo i funghi considerati commestibili dovranno essere conservati in luoghi freschi all'interno di contenitori rigidi ed aerati e consumati nel più breve tempo possibile, secondo quanto indicato dall'Ispettorato durante il controllo, in quanto il consumo in avanzato stato di maturazione o con una cottura inadeguata può determinare la nocività degli stessi funghi; mentre i funghi valutati non commestibili verranno confiscati dall'Ispettorato. 

 

TUTTE LE INFO

Il servizio è gratuito e può essere richiesto presso la sede dell’Ispettorato Micologico di Rieti di Via del Terminillo 42 (Blocco 4- Laboratorio micologico) e presso il comune di Antrodoco in P.zza Martiri della Libertà. Il servizio di certificazione è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 9.30

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter