Banca del Cuore: gli appuntamenti nelle piazze italiane

Una card per conservare ed aggiornare tutti i dati utili per il nostro cuore. Tutte le informazioni per l'iniziativa attiva fino a novembre 2018 e "mettere il cuore in cassaforte".

Dal 2015, la penisola viene attraversata da un progetto innovativo e rivoluzionario, ideato dal Dottor Michele Massimo Gulizia, attuale Presidente della Fondazione per il Tuo cuore. L'Associazione ha ricevuto il sostegno dell’Istituto Superiore di Sanità e la medaglia al merito “per l’alto valore scientifico, assistenziale e sociale” della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si tratta de la Banca del cuore, ovvero una vera e propria "cassaforte virtuale" che custodisce l’elettrocardiogramma con i valori della pressione arteriosa e i dati clinici del cittadino.

 

BANCA DEL CUORE: GRATUITA E ONLINE

La Banca del cuore rappresenta la realizzazione del primo grande registro permanente nazionale di elettrocardiogrammi e dati sanitari di area cardiovascolare che, nel totale rispetto delle normative sulla tutela della privacy, ne prevede la custodia assolutamente gratuita e sempre prontamente disponibile. Promossa dal Progetto del Cuore ideato dalla Fondazione per il tuo cuore - Hcf Onlus dell’Associazione nazionale cardiologi ospedalieri (Anmco), è un'eccellenza per la sicurezza e per la salute del cuore, con esami e screening in un'unica banca dati accessibile con un bancomat. 

Un servizio reso possibile da Bancomheart, la speciale card che permette, tramite internet, la connessione ai propri dati sanitari cardiovascolari anche lontano da casa, in viaggio o quando non è possibile raggiungere il proprio Medico. Lo speciale "bancomat" permette di accedere ad un portale personale dove sono conservati e aggiornati elettrocardiogrammi, valori della pressione arteriosa, le patologie sofferte e le terapie praticate.
La Bancomheartè accessibile utilizzando i codici personali ogni qual volta si voglia, sia tramite computer, che tablet e smartphone. Da lì, è possibile accedere agli esami ECG e ai dati clinici, disponibili sia per la mera consultazione, che per il download.

 

PREVENZIONE: MIGLIORA ALLEATA DELLE MALATTIE CARDIACHE

L’idea del BancomHeart è di Michele Gulizia, presidente della Fondazione per il Tuo Cuore di ANMCO, che, riflettendo sulla diffusione delle malattie cardiovascolari nel nostro Paese, tuttora epidemica ha dichiarato: "Secondo uno studio dell'Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare condotto con l'Istituto Superiore di Sanità, le malattie cardiache e l'ipertensione arteriosa, nella fascia di età tra 35 e 75 anni, in Italia colpiscono il 51% degli uomini e il 37% delle donne. Se poi si prendono in esame i dati del recente censimento ISTAT sulla mortalità per malattie cardiovascolari, vediamo che queste rappresentano circa il 44% di tutte le morti, con un tasso medio di 148 morti per 100.000 abitanti l'anno". 

Le carte stanno anche consentendo di conoscere meglio la reale condizione del cuore degli italiani: la prevalenza di alcune malattie cardiovascolari, soprattutto fibrillazione atriale e scompenso cardiaco, nella realtà è risultata avere percentuali quadruple e triple rispetto ai dati degli studi scientifici, soprattutto nei giovani maschi tra i 18 e i 40 anni.

La cardiopatia ischemica è saldamente al primo posto fra le cause di morte in Italia, rendendo conto del 28% di tutte le morti, mentre gli accidenti cerebrovascolari sono al terzo posto con il 13%, dopo i tumori. Per di più, chi sopravvive a un attacco cardiaco diventa un malato cronico, diventando affetto da una malattia che, oltre a modificare la qualità della vita, comporta notevoli costi per la società

 

IL TRUCK DEL CUORE

L’Anmco ha infatti presentato al ministero della Salute l’iniziativa "Truck Tour - Banca del cuore 2018": da aprile a novembre, un tir appositamente allestito farà tappa nel cuore pulsante di 32 città italiane per offrire a tutti la possibilità di sottoporsi ad uno screening cardiologico gratuito.

"Il truck tour Banca del cuore - aggiunge Gulizia - ci permette di andare direttamente a casa degli italiani, ovvero nelle piazze delle principali città. Fino a marzo 2018, in due anni di attività, sono stati distribuiti gratuitamente oltre 26mila BancomHeart permettendo di identificare un incredibile aumento di prevalenza di alcune malattie cardiovascolari, sopratutto fibrillazione atriale e scompenso cardiaco, con percentuali quadruple e triple rispetto ai dati di prevalenza finora conosciuti in letteratura. Particolarmente nei giovani maschi di età compresa tra i 18 e i 40 anni".

Le tappe del truck sono nel link: calendario iniziative 2018.

Nei tre giorni di sosta previsti per ogni città i cittadini potranno effettuare uno screening gratuito di prevenzione cardiovascolare che include:

  • Stampa del proprio elettrocardiogramma

  • Stampa del proprio screening aritmico,

  • Misurazione della pressione arteriosa,

  • prelievo di una goccia di sangue dal dito per la valutazione di tutto il profilo lipidico (colesterolo totale, Hdl, Ldl, trigliceridi, glicemia, emoglobina glicata), della storia clinica e dei farmaci assunti.

  • Un kit di 7 opuscoli realizzati da “Fondazione per il tuo cuore” sulla prevenzione cardiovascolare.

 

L'APP PER CALCOLARE IL RISCHIO INFARTO E ICTUS 

Oltre agli appuntamenti nelle varie regioni. sul sito www.anmco.it è suggerita anche una App salva-cuore. Un vero e proprio “riskometro”, cioè uno strumento che misura il rischio di andare incontro alle due malattie vascolari più probabili, più gravi ma anche più evitabili: infarto e ictus cerebrale.

Si tratta di un'App ideata da World Stroke Organization, tradotta in diverse lingue, ed ora disponibile nella versione italiana grazie al supporto dell’Associazione per la lotta alla trombosi e alle malattie cardiovascolari- Onlus. L’app, disponibile sia per Apple che per Android, funziona in modo semplice e intuitivo: registra le abitudini dell'utente e monitorizza eventuali cambiamenti nelle abitudini e nello stato di salute nell’arco di dodici mesi. Non solo, ma insegna a riconoscere tempestivamente i sintomi dell'ictus che non devono essere sottovalutati quando si manifestano nelle persone che vivono accanto a noi: riconoscere i sintomi sospetti e chiamare il 118 in maniera appropriata senza perdere tempo può salvare la vita di un padre o una madre. E’ possibile scaricare la App sul sito www.trombosi.org oppure nell’App Store inserendo: "rischio di ictus".

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter