Cortisone: cos'è e quando va assunto

I cortisonici sono farmaci antinfiammatori steroidei somministrati per la cura di patologia come allergie, asma e malattie dermatologiche

Il cortisone non va assunto di sera per poter migliorare l’efficacia della terapia. È quanto emerge da uno studio, condotto dai ricercatori dell’Università Sapienza di Roma, in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli.

La ricerca, effettuata su 110 pazienti affetti da insufficienza surrenalica, ha dimostrato che cambiando il “timing” della somministrazione del farmaco migliorano le prestazioni. Inoltre, diminuiscono gli effetti collaterali. “Anche piccole quantità di ormoni, - ha spiegato Prof. Andrea Lenzi, uno degli autori della ricerca pubblicata dalla rivista scientifica The Lancet Diabetes & Endocrinology - se date in orari sbagliati possono avere effetti deleteri e inaspettati: soprattutto nelle nuove formulazioni, il cortisone potrebbe diventare dannoso se non prescritto nel giusto tempo”.

 

COS’È IL CORTISONE

Il cortisone è un farmaco molto comune in quanto viene somministrato sia nei casi di carenza surrenalica, quanto per il trattamento di molti sintomi collegati a patologie come allergie, broncospasmi e malattie dermatologiche. Il medicinale deriva da un ormone, il cortisolo, prodotto dalle ghiandole surrenali.

“Sappiamo – ha spiegato a Policlinico news il Prof. Andrea Lenzi, Responsabile UOC Endocrinologia, Malattie del Metabolismo, Andrologia del Policlinico Umberto I e Presidente SIE - Società Italia di Endocrinologia - che viene prodotto dalle ghiandole in maniera circadiana. Ciò significa che di mattina ha un valore più alto, la sera va scemando; durante la giornata siamo, infatti, più esposti a tutti gli stress da cui il cortisolo (e quindi il cortisone, cioè il farmaco) ci difende. Questo è vero quando conduciamo una vita normale con un normale ritmo veglia-sonno”.

 

CORTISONICI: QUANDO VENGONO SOMMINISTRATI

I farmaci a base dell’ormone cortisone vengono preparati in diverse forme, in base alla destinazione d’uso:

  • topico, quando va applicato su pelle o mucose. Questa tipologia viene somministrata come trattamento di dermatiti, artriti, dolori e infiammazioni articolari;
  • inalatorio;
  • orale;
  • sistemico.

Le tipologie, diverse dalla preparazione per uso topico, possono essere somministrate in presenza di reazioni allergiche, asma, rinite e malattia infiammatoria intestinali.

 

CORTISONE: NON VA ASSUNTO DI SERA

La ricerca pubblicata da The Lancet Diabetes & Endocrinology dimostra come assumere il cortisone di mattina migliori la terapia e diminuisca gli effetti collaterali. "Quello che abbiamo scoperto – ha continuato Lenzi - in questa ricerca è che se si assume cortisone farmacologico non di mattina, ma nell'arco della giornata, il sistema immunologico va in tilt", esponendo il paziente ad un maggior rischio "le malattie virali, dalle più comuni a quelle più importanti, possono essere più aggressive, attaccare ed attecchire molto più semplicemente nel paziente". 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter