5 consigli alimentari per proteggersi dal freddo

5 consigli alimentari per proteggersi dal freddo

Pasti caldi e minestre diventano i piatti forti da servire a tavola per aumentare l'energia corporea e rafforzare le difese immunitarie

All'arrivo dei primi freddi, il nostro organismo si trova maggiormente esposto alle malattie, perché le nostre difese immunitarie si abbassano. In questo modo, diventiamo più vulnerabili all'azione patogena dei virus e dei batteri.

Ma per combattere il freddo e i malanni di stagione è possibile prendere alcune precauzioni a cominciare da quello che mangiamo. Il Ministero della Salute, infatti, ha pubblicato una serie di consigli e buone pratiche alimentari per una dieta anti-freddo. Mangiare pasti caldi e molta frutta e verdura di stagione sono solo alcune delle buone abitudini da adottare quando imbandiamo la tavola in inverno. Questi alimenti, quando la temperatura scende, aiutano ad aumentare il calore corporeo e a rafforzare le difese immunitarie. 

 

PIATTI CALDI E MINESTRE NON POSSONO MANCARE

Via libera a zuppe, minestre e minestroni. I pasti e le bevande caldi, infatti, sono da preferire non solo perché apportano il giusto valore nutrizionale all'organismo, ma anche perché aumentano la produzione di calore corporeo attraverso il metabolismo, senza accumulare troppi grassi, tossine e colesterolo.

 

LEGUMI, L'IDEALE CONTRO IL FREDDO

Alcuni alimenti sono più idonei a difenderci dal clima rigido di altri, fermo restando che un’alimentazione equilibrata e varia è sempre un obiettivo desiderabile.

I legumi, ad esempio, sono perfetti per essere consumati ai primi freddi, perché apportano proteine vegetali, carboidrati a basso indice glicemico, ferro e fibre. Queste sostanze sono indispensabili perché stimolano il metabolismo muscolare, facilitano la digestione e rafforzano le difese immunitarie.

Anche il brodo caldo è una scelta da premiare, perché apporta liquidi e proteine digeribili. Le zuppe calde a base di legumi, perciò, non possono che essere protagoniste della dieta anti-freddo.

 

FRUTTA E VERDURA: UN PASSEPARTOUT

Frutta e verdura sono ricche di vitamine e sali minerali, e quindi sono molto utili contro le insidie del freddo. Infatti, tutti gli alimenti che contengono vitamina E e beta carotene (un precursore della vitamina A) sono in grado di stimolare le difese immunitarie: carote, zucca, patate, pomodori, carciofi, spinaci, broccoli, cavolfiori, mandorle, nocciole e olio extravergine d'oliva sono i benvenuti sulla tavola invernale. Anche le carni rosse possono essere consumate in una quantità leggermente superiore rispetto a quanto avviene nella stagione calda, ma sarebbe meglio farne un uso più contenuto, magari associato ai giorni nei quali si svolge un’attività fisica più intensa.

 

L'ALCOOL SCALDA, MA NON TROPPO

Non dimentichiamo quanto sia importante anche quello che beviamo quando fa freddo. In inverno si tende ad aumentare il consumo di alcolici, in relazione alla capacità di produrre calore di queste bevande per effetto dell'azione vasodilatatrice dell'alcool. In realtà, la sensazione di calore trasmessa dagli alcolici è momentanea ed effimera, e comporta piuttosto un ulteriore raffreddamento del corpo. Addirittura, in caso di temperature rigide, il consumo di alcool può aumentare il rischio di assideramento. Anche in inverno, pertanto, è meglio moderare il più possibile il consumo di bevande alcoliche.

 

BERE MOLTA ACQUA, IN TUTTE LE STAGIONI

Una corretta idratazione è sempre una buona abitudine che favorisce la depurazione dell’organismo e il mantenimento di una giusta termoregolazione. Anche se in inverno lo stimolo della sete è più contenuto, è importante bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Vanno bene anche tisane e infusi caldi, particolarmente indicati contro il raffreddore. Latte e miele sono il classico rimedio infallibile contro il mal di gola e i primi sintomi dell'influenza.

Un ultimo consiglio: per diminuire la sensazione di freddo, conviene bere acqua a temperatura ambiente.  

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter