Vaccino Morbillo: cos'è e dove richiederlo all'Asl di Rieti

La vaccinazione contro il morbillo è l'unico strumento efficace per proteggerci dalle complicanze di questa malattia. La Asl di Rieti offre gratuitamente il vaccino alle donne in età fertile

Il morbillo è una malattia altamente contagiosa e diffusa in tutto il mondo, che colpisce solo l'essere umano. L'unico strumento efficace per proteggere la comunità dalle complicanze della malattia ed evitare il contagio è la vaccinazione. Per questo è importante sensibilizzare la popolazione a vaccinarsi fin dalla piccoli contro una malattia che, se non controllata, può portare addirittura alla morte.

 

IL MORBILLO: CHE COS'È

Il morbillo è una malattia infettiva, di origine virale, altamente contagiosa e caratterizzata dalla comparsa di piccole macchie cutanee di color rosso-brunastro. Il contagio con il virus Morbillivirus avviene per vie aeree, cioè attraverso il contatto diretto con le secrezioni respiratorie e la saliva del paziente infetto.  L’agente eziologico si diffonde molto facilmentenei bambini tra il primo e il terzo anno di vita, per questo la patologia è definita infantile. 

 

I SINTOMI DEL MORBILLO

Il morbillo si manifesta con diversi sintomi come febbre quasi sempre alta, secrezioni dal naso, congiuntivite e la comparsa di macchioline rosa sulla pelle (esantema).

La caratteristica eruzione cutanea è la manifestazione distintiva e più tardiva della malattia.

Altre manifestazioni sono sintomi del morbillo, come:

  • stanchezza, irritabilità e senso di mancanza di forze;

  • dolori e malessere;

  • tosse secca;

  • formazione di piccole macchie grigio-biancastre a livello della bocca e della gola;

  • perdita di appetito.
     

LA VACCINAZIONE CONTRO IL MORBILLO

La vaccinazione si effettua somministrando un vaccino trivalente per morbillo, parotite erosolia.

Tale copertura vaccinale conferisce elevata protezione per il morbillo e la rosolia in più del 90% dei soggetti vaccinati.

Per una protezione ottimale sono necessarie due dosi:

  • per i bambini, la prima dose del vaccino andrebbe inoculata intorno al 12-15° mese di vita del bambino, e la seconda verso i 6 anni.
  • per gli adulti, o comunque per tutte le persone non ancora vaccinatieo che hanno effettuato solo la prima dose, bisogna rispettare un intervallo minimo di quattro settimane tra la somministrazione della prima dose e quella della seconda dose di vaccino.

Il vaccino viene somministrato con un’iniezione, solitamente nella parte alta del braccio. Si tratta di un vaccino sicuro e senza alcun effetto collaterale grave.

Rispetto all'insorgenza di eventuali reazioni avverse al vaccino,

  • a distanza di 5-12 giorni dalla vaccinazione può comparire febbre, per lo più modesta
  • a distanza di 1-3 settimane dalla vaccinazione possono comparire dolori articolari, anch’essi transitori.

 

VACCINARSI CONTRO IL MORBILLO A RIETI

Il vaccino è gratuito per i bambini e per le donne in età fertile, e fortemente raccomandato per le future mamme, al punto che le Autorità sanitarie nazionali hanno predisposto un piano per l’eliminazione del morbillo e della rosolia congenita (trasmessa in gravidanza dalla madre al feto).

Per l'esecuzione del vaccino Morbillo-Parotite-Rosolia nelle donne in età fertile è necessario effettuare test di gravidanza su sangue (BHCG) nei 2 giorni precedenti la somministrazione. Dopo l'effettuazione del vaccino è controindicata la gravidanza nei successivi 2/3 mesi .

 

IL CENTRO VACCINAZIONE DI RIETI

Per ulteriori informazioni e per effettuare il vaccino, è possibile consultare il sito della Asl di Rieti www.asl.rieti.it oppure contattare il centro vaccinazione di Rieti al numero 0746/278614.

Gli orari di apertura al pubblico per la sede di Viale Matteucci, 9 (II piano) di Rieti sono:

  • lunedì dalle ore 08.30 alle ore 13.00;
  • mercoledì dalle ore 08.30 alle ore 13.00. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter