I sintomi dell'ernia inguinale

La tumefazione è il primo campanello d'allarme che indica la fuoriuscita di elementi intestinali attraverso alcuni punti deboli della muscolatura addominale, che normalmente li contiene

L’ernia inguinale è una patologia che si caratterizza per la fuoriuscita di grasso intra-intestinale o una parte dell’intestino attraverso la muscolatura addominale. Le protrusioni possono raggiungere la zona pubica, tra l’addome e le cosce.

La presenza di gonfiore su uno o entrambi i lati dell’inguine e la tumefazione possono segnalare la presenza di un’ernia. In questo caso è consigliato richiedere un parere al chirurgo che potrà diagnosticare la condizione.

 

COS’È UN’ERNIA INGUINALE?

L’ernia inguinale è una tipologia di ernia addominale che si localizzano nella zona pubica. È una condizione in cui il grasso intra-addominale o una parte dell’intestino tenue si insinuano attraverso un punto debole della muscolatura addominale. Questa fuoriuscita può comparire in una zona localizzata tra addome e cosce. L'erniazione si fa strada, dunque, attraverso un orifizio preformato o un'area di debolezza della parete di rivestimento, provocando una tumefazione, ovvero un rigonfiamento più o meno evidente.

“L’ernia è una protrusione di ciò che dovrebbe essere contenuto all’interno della parete addominale, verso l’esterno”, ha spiegato a Policlinico News il Prof. Paolo Negro, Direttore della UOC di Chirurgia della parete addominale del Policlinico Umberto I di Roma e professore Ordinario di Chirurgia Generale dell'Università 'La Sapienza' di Roma “non è altro che la fuoriuscita di un'ansa intestinale attraverso l’orifizio inguinale esterno. Che di solito serve solo a far uscire il funicolo spermatico nell’uomo”.

 

ERNIA INGUINALE: FATTORI DI RISCHIO E CAUSE

L’ernia inguinale colpisce soprattutto gli uomini per la conformazione stessa dell'addome. Nella donna il bacino è più largo e la muscolatura addominale è più efficace mentre nell’uomo, la muscolatura è più deboli, perchè deve lasciar scorrere il canale spermatico.

Un secondo fattore predisponente è l’età. Con l’avanzare dell’età si presenta una riduzione della resistenza strutturale del collagene, ovvero quel substrato che consente alla parete addominale di contenere, attraverso muscolatura, tendini e legamenti, gli organi interni. 

Tra i fattori che ne aumentano il rischio va inserito anche lo stile di vita, che può influire sull’insorgenza dell’ernia. La presenza di collagene nei tessuti è inibita da elementi come il fumo, il regime alimentare, l’uso o abuso di farmaci (ad esempio steroidei, corticosteroidei, alcuni antidiabetici orali). Anche sforzi fisici importanti possono provocare un’ernia.

Viceversa buoni strumenti di prevenzione sono una moderata attività sportiva per mantenere una muscolatura dell’addome sana, soprattutto con l’avanzare dell’età, ed una dieta ricca di vitamina C che è un elemento catalitico della sintesi del collagene.

 

QUALI SONO I SEGNI E SINTOMI DELL’ERNIA INGUINALE?

Il principale sintomo dell’ernia inguinale è la tumefazione, cioè una sporgenza visibile, a uno dei due lati dell’inguine. Altri segni che identificano la presenza di un’ernia possono essere:

  • bruciore nella zona inguinale che può anche irradiarsi anche sulla gamba (nell'uomo anche ai testicoli);
  • senso di peso e/o fastidio;
  • differente sensibilità cutanea;
  • raramente dolore (soprattutto in assenza di complicanze).

 

COME AVVIENE LA DIAGNOSI?

Come ha spiegato il Prof. Stefano Arcieri, specialista in chirurgia del Policlinico Umberto I: la diagnosi dell’ernia si fa attraverso una visita dal chirurgo. “Si invita il paziente in piedi a tossire per meglio evidenziare l’ernia. Poi il paziente viene fatto sdraiare sul lettino in decubito orizzontale, per verificarne la riducibilità e consentire una migliore valutazione del sacco, ovvero l'ansa estroflessa di peritoneo (la membrana che riveste gli organi addominali) in cui si posiziona il viscere erniato. La visita clinica viene poi approfondita con un’analisi strumentale.

Una volta che la diagnosi di ernia inguinale è confermata l’unico trattamento possibile è la rimozione dell’ernia attraverso un intervento chirurgico, che viene fatto in day surgery. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter