Gravidanza a rischio, eccezionale parto gemellare senza cesario all'Ospedale de Lellis di Rieti

Grazie all'intervento dell'équipe di Ostetricia e Ginecologia, le gemelline sono nate a otto mesi di gravidanza con parto naturale, anche con uno dei due feti in posizione podalica

All'Ospedale San Camillo de Lellis della Asl di Rieti è andato a buon fine un intervento che si contraddistingue per eccezionalità e rarità: un parto gemellare spontaneo alla 35° settimana, con uno dei feti in posizione podalica, senza ricorrere al taglio cesareo.

“In un periodo in cui si discute molto sull’elevato numero di parti cesarei che avvengono nel nostro Paese – ha dichiarato Felice Patacchiola, direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia che ha assistito il parto e che ha coordinato, assieme a Mauro De Martinis direttore dell’Unità di Neonatologia - merita di essere sottolineato l’impegno e la preparazione del personale dell’equipe dell’area Materno – Infantile, che ha consentito una nascita naturale anche in condizioni non semplici da gestire”.

 

UN ECCEZIONALE PARTO NATURALE ALL'OSPEDALE DE LELLIS DI RIETI 

La notizia desta stupore per due ragioni:

  • le gravidanze gemellari rappresentano solo l’1-2% di tutte le gravidanze; infatti, nella maggior parte dei casi, il parto avviene tramite taglio cesareo;
  • uno dei feti si presentava in posizione podalica e la bambina si preparava quindi a uscire, invece che con la testa, con la parte inferiore del corpo, obbligando i medici a ricorrere all’operazione chirurgica.

Grazie alle professionalità del personale dell'Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia e di Neonatologia, non c'è stato bisogno di intervenire chirurgicamente, e le gemelline sono nate con parto spontaneo. Ottime le condizioni di salute anche della mamma.

 

LE NOVITÀ DEL PUNTO NASCITA DELL'OSPEDALE DI RIETI

L’evento ribadisce l’ottimo livello di assistenza perinatale dell’Ospedale reatino, che è in grado di prestare assistenza anche alle gravidanze cosiddette “a rischio”, grazie al lavoro in équipe di ostetrici, neonatologi anestesisti che garantiscono la loro presenza nel blocco parto 24 ore su 24.

Nell’Area Materno-Infantile del de Lellis è in atto un continuo miglioramento dell’assistenza sanitaria. Nei giorni scorsi è stata avviata l’attività ambulatoriale di Urologia Pediatrica, mentre nei prossimi giorni sarà attivato un ambulatorio per la presa in carico della Gravidanza a Termine, gestito dalle ostetriche della sala parto.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter