Mammografia e test di screening: cosa sono e quando farli

Gli esami per la diagnosi precoce del tumore al seno sono consigliati a tutte le donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni; la mammografia è consigliata a partire dai 40 anni, ogni due anni

Il tumore della mammella è la principale causa di morte oncologica nelle donne, tanto che rappresenta il 30% di tutte le neoplasie femminili. Anche se negli ultimi anni le diagnosi di tumore maligno al seno sono in costante aumento, il tasso di mortalità continua a scendere. Questo grazie alla diffusione della diagnosi precoce e alla crescente adesione delle donne al programma di screening, che aumenta la possibilità di identificare il tumore ai primi stadi di sviluppo della malattia, quando il trattamento è meno invasivo e ha maggiori probabilità di essere efficace.

 

COS'È LO SCREENING 

Lo screening per la diagnosi precoce del tumore mammario è un programma di prevenzione secondaria sulla popolazione; si rivolge alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni e si esegue con una mammografia ogni 2 anni. I programmi organizzati di screening prevedono che l’esame venga eseguito visualizzando la mammella sia dall’alto verso il basso che lateralmente. L’esame viene eseguito da un tecnico di radiologia e valutato da due medici radiologi. L'esito dell'esame, se non vengono riscontrate anomalie, viene spedito per posta al domicilio della paziente. Nel caso in cui l'esame avesse evidenziato una lesione o insinuato un dubbio, si richiama la paziente per ulteriori approfondimenti.

 

COS'È LA MAMMOGRAFIA

La mammografia è un esame radiologico della mammella che consente di individuare la presenza di noduli al seno, anche di piccolissime dimensioni, che possono essere causati da un tumore. Non c'è una fascia d'età specifica per accedere all'esame, ma la decisione di sottoporsi alla visita medica viene lasciata alla volontà della paziente. Tuttavia, la mammografia è raccomanda alle donne a partire dai 40 anni, soprattutto se non ci sono fattori di rischio particolari, come ad esempio la presenza di tumori mammari in famiglia. Infatti, come tutti gli esami che utilizzano i raggi X, la mammografia comporta un rischio oncologico potenziale, ovvero di provocare un tumore. Tale rischio diminuisce progressivamente a partire dai 30 anni, e si approssima allo zero a partire dai 40 anni. Per questo motivo si sconsiglia di sottoporsi a mammografia prima dei 30. Tra i 40 ed i 49 anni, la mammografia di prevenzione è efficace se eseguita ogni 12 mesi; superati i 50 anni, si consiglia di effettuare un controllo ogni 2 anni.

 

COS'È LA VISITA SENOLOGICA

La visita senologica è un esame completo del seno, che viene eseguito da un medico senologo. È del tutto indolore e viene eseguita senza l'uso di strumentazioni. Questo tipo di visita è importante perché permette di raccogliere quante più informazioni possibili sulla storia clinica della paziente e sulle sue abitudini (alimentazione, vizio del fumo, consumo di alcol, livello di attività fisica e di sedentarietà, eventuali patologie a carico, eventuale presenza di casi di tumore del seno in famiglia, età del primo ciclo mestruale, etc.). Successivamente, nel corso della visita, si procederà con l'esame clinico propriamente detto, che si basa sull'osservazione e la palpazione accurata di entrambe le mammelle, in modo da ottenere tutti gli elementi utili ad impostare gli accertamenti necessari per una diagnosi precoce.

Se dovessero emergere situazioni sospette, il medico potrà richiedere la sottoposizione della paziente ad altri esami per ulteriori approfondimenti, tra cui la mammografia.

 

IN SINTESI

- da 20 a 39 anni:

  • autoesame del seno ogni mese;
  • visita senologica ogni 1/2 anni.

- da 40 a 49 anni:

  • autoesame del seno ogni mese;
  • visita senologica ogni anno;
  • mammografia ogni anno.

- da 50 anni in poi:

  • autoesame del seno ogni mese;
  • visita senologica ogni anno;
  • mammografia ogni due anni. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter