L'allattamento riduce il rischio di tumore al seno

Una ricerca dell'American Institute for Cancer Research lo conferma. Aiuta anche a controllare il peso della mamma e a prevenire il diabete

Allattare i figli riduce il rischio di tumore al seno, una neoplasia che colpisce una donna su 8 nell’arco della vita. Si tratta del tumore più diffuso tra le donne e di quello con il tasso di mortalità più alto, circa il 17%.

Un recente studio dell'American Institute for Cancer Research (AICR) ha rilevato che le mamme che hanno la possibilità di allattare i bambini possono ridurre del 2%, ogni cinque mesi, il rischio di neoplasia.

 

ALLATTARE RIDUCE IL RISCHIO DI CANCRO ALLA MAMMELLA

Un nuovo studio conferma che l’allattamento al seno può offrire vari benefici, soprattutto per la salute della mamma. E' quanto emerge da una ricerca effettuata dall'American Institute for Cancer Research, in occasione della World Breastfeeding Week, la settimana dedicata all'allattamento. I ricercatori hanno rivisto circa 18 studi dedicati al tema. Dalla ricerca finale sono arrivati alla conclusione che ogni cinque mesi di allattamento permettono alla donna di ridurre del 2% il rischio di cancro alla mammella.

"Non è sempre possibile che le mamme allattino, ma per coloro che possono, è importante sapere che può offrire la protezione contro il cancro sia per la madre che per il bambino" ha spiegato Alice Bender, direttrice dell'AICR per i programmi di nutrizione.

 

I BENEFICI DELL’ALLATTAMENTO

"In genere quando si parla di benefici dell'allattamento al seno ci si riferisce a quelli che interessano il bimbo, ma anche la salute della mamma ci guadagna sotto molti punti di vista, incluso quello oncologico" ha affermato Fedro Peccatori, direttore dell'Unità di trapianto allogenico all'Istituto europeo di oncologia di Milano.

L’allattamento stimola il rilascio dell’ormone ossitocina che aiuta a contrarre l’utero riducendo il normale sanguinamento dopo il parto. Inoltre permette di far tornare l’utero alle normali dimensioni in modo più rapido. Tiene sotto controllo i livelli di glucosio riducendo il rischio di diabete, facilita il ritorno al peso forma della mamma e riduce il rischio di tumore.

"La protezione maggiore è riferita ai tumori di seno e ovaio - i più influenzati dagli equilibri ormonali - mentre per quanto riguarda altri tumori i dati disponibili sono ancora troppo pochi" ha affermato Peccatori. L’allattamento favorisce il ritardo dei cicli mestruali riducendo l'esposizione delle mamme a ormoni come estrogeni, legati al rischio di cancro al seno. La perdita del tessuto mammario dopo l'allattamento, inoltre, può anche aiutare a liberarsi delle cellule con un danno del DNA.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter