Diabete in estate: 5 consigli per le vacanze

Diabete in estate: 5 consigli per le vacanze

Bere molta acqua ed evitare di camminare scalzi. Ecco le 5 regole elencate dagli specialisti dalla Società Italiana di Diabetologia

I pazienti affetti da diabete dovrebbero conservare l’insulina alla giusta temperatura e misurare più spesso la glicemia. Sono norme pratiche comuni, ma che d'estate devono essere osservate ancora con maggiore attenzione. Con l’aumento delle temperature, si suda di più e si fa più movimento e di conseguenza i muscoli tendono a consumare più glucosio: è quindi indicato idratarsi costantemente e controllare spesso i livelli di ipo o iper glicemia.

Ecco i 5 consigli “salvavita” della Società Italiana di Diabetologia (SID) che tutti i diabetici dovrebbero seguire per trascorrere le vacanze in salute.

 

  

GIUSTA IDRATAZIONE

Il primo consiglio degli esperti è quello di reintegrare i liquidi, bevendo molta acqua. Come ha indicato il Dott. Giorgio Sesti, presidente della Società Italiana di Diabetologia, è importante "bere abbondantemente per evitare il pericolo di disidratazione, perché nelle persone con diabete la presenza di elevati livelli di glicemia può ulteriormente favorire la perdita di liquidi attraverso le urine. Inoltre, i diabetici spesso assumono diuretici o farmaci che aumentano la minzione".

 

EVITARE DI CAMMINARE SCALZI

I piedi dei pazienti affetti da diabete hanno spesso una ridotta sensibilità alle estremità. È quindi sconsigliato camminare scalzi per evitare lesioni e ferite ai piedi. Quindi, anche al mare è indicato indossare le ciabatte. 

 

"In caso di ferita - specificano - evitare cure fai da te perché passare da piccole lesioni a problemi più grandi è frequente". 

 

ATTENZIONE AI CALI DI GLICEMIA

Un altro consiglio degli esperti della Sid è quello di fare molta attenzione ai cali di glicemia. Soprattutto perché in estate ci si muove di più e quindi i muscoli consumano più glucosio. È consigliato chiedere consiglio al medico su come adattare la terapia antidiabetica in base ai diversi orari dei pasti e al diverso apporto calorico.
"Uno dei sintomi della crisi ipoglicemica è la sudorazione. - specificano gli esperti - Può essere confusa con quella legata al caldo e l'ipoglicemia viene riconosciuta in ritardo". È importante, quindi, tenere sotto mano una fonte di carboidrati a rapido assorbimento.
   

 

CONTROLLARE LA TEMPERATURA DEI FARMACI

Prima di partire per il mare la montagna è bene fare una scorta di insulina, strisce e glucometri. Potrebbe essere utile aumentate le scorte del 20-30% per far fronte a ogni evenienza. Ma attenzione alle temperature. "Evitare di lasciarli in una macchina parcheggiata al sole perché possono perdere di efficacia".
 

 

VALUTARE LA GIUSTA TERAPIA ANTI IPERTENSIONE

Il diabete è molto spesso legato ad alcune malattie che colpiscono l’apparato cardiovascolare. Prima di partire per le vacanze è consigliato consultarsi con il proprio medico sulle variazioni delle terapie da assumere. Per evitare episodi di ipertensione o ipotensione, ad esempio, andrebbero somministrare cure in base alle variazioni della pressione.

"In ambienti caldi può essere necessario ridurre le dosi dei diuretici. In montagna potenziarle, perché la pressione tende a salire".

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter