Pressione bassa: i consigli per gestirla d'estate

Se si riscontra annebbiamento della vista e formicolio agli arti è necessario sedersi supini con le gambe sollevate

La stagione estiva non è amica di chi soffre di pressione bassa. Il caldo provoca la vasodilatazione, che di conseguenza riduce i valori della pressione arteriosa. Chi soffre di ipotensione, in estate è soggetto a continui episodi di capogiro, respirazione affannosa, battito debole e, in casi più rari, a svenimenti.

Ecco come riconoscere tempestivamente l’abbassamento improvviso della pressione e cosa fare per rimediare a questo stato di emergenza.

 

PRESSIONE BASSA: COME RICONOSCERLA DAI VALORI 

“Si parla di pressione bassa quando la massima sistolica a riposo è al di sotto dei 90 mmHg (millimetri di mercurio) e la minima (diastolica) è inferiore ai 60 mmHg” ha spiegato il dott. Claudio Cricelli, presidente sella Società italiana di medicina generale (SIMG). Quindi, nel caso in cui si accerta una sensazione simile allo svenimento è consigliato fare una misurazione della pressione arteriosa, per verificare se i valori pressione bassa sono da collegare al disturbo.  

 

LE CAUSE

Le alte temperature sono una delle principali cause della pressione bassa. Il caldo provoca vasodilatazione riducendo i valori della pressione arteriosa. Nelle donne in età fertile il binomio caldo - ciclo mestruale può scatenare un attacco ipotensivo, soprattutto quando ci si alza dalle sedute. Per questo, durante o prima dell’arrivo delle mestruazioni è consigliabile assumere cibi che contengono ferro, come spinaci, peperoni e radicchio rosso.

 

I SINTOMI

L’ ipotensione si presenta con segnali ingannevoli, spesso i pazienti ipotesi soffrono di stanchezza cronica e mancanza di concentrazione. In altri casi, i sintomi della pressione bassa sono caratteristici del disturbo, come:

  • battito debole e rapido;
  • capogiri;
  • respirazione corta e affannata;
  • collo rigido;
  • vertigine, mal di testa e svenimento;
  • diarrea e vomito;
  • pallore;
  • sudorazione.

 

PRESSIONE BASSA: COSA FARE IN CASO DI SVENIMENTO IMPROVVISO

Quando la pressione si abbassa rapidamente, lo svenimento è il meccanismo di difesa che l’organismo mette in atto per ripararsi dagli effetti negativi del disturbo. Se soffrite di ipotensione e l’abbassamento di pressione può arrivare improvvisamente cosa fare? Primo consiglio è quello di mantenere la calma e non agitarsi troppo, in modo da poter gestire al meglio l’emergenza. Il calo di solito, è preceduto da nausea, annebbiamento della vista, battito cardiaco accelerato e formicolio agli arti. Quando si iniziano ad evidenziare i primi segnali è bene cercare di mettersi in posizione supina con le gambe leggermente sollevate. Questa postura permetterà al sangue di raggiungere più facilmente cuore e cervello. Tra i rimedi per la pressione bassa potrebbe essere utile assumere acqua e zucchero o tenere una zolletta di zucchero sotto la lingua.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter