Perché la dieta mediterranea aiuta a prevenire diabete e colesterolo

Perché la dieta mediterranea aiuta a prevenire diabete e colesterolo

Olio extra vergine d'oliva, legumi, frutta e verdura sono i migliori alleati della nostra salute: ne ha parlato a Policlinico News il Prof. Giorgio Calabrese, Docente di Alimentazione Umana

La dieta mediterranea può prevenire diabete e malattie cardiovascolari. Un apporto giornaliero di frutta, verdura e l’assunzione limitata di carboidrati e proteine animali possono aiutare a mantenere il corpo in salute.

La dieta vegetariana può essere consigliata se ben bilanciata, mentre il veganismo può causare danni al sistema nervoso.

Sui benefici di un regime alimentare mediteranneo ne ha parlato a Policlinico News il Prof. Giorgio Calabrese, Docente di Alimentazione Umana e Consulente per il Ministero della Salute. 

 

Cos’è la dieta mediterranea

Il regime alimentare mediterraneo comprende l’insieme dei cibi che le nostre terre producono nel microclima mediterraneo: tanta frutta e verdura che cambiano con il variare della stagione. Ma non solo: il regime alimentare mediterraneo varia anche geograficamente e culturalmente; ad esempio, in Francia differirà da quello in Italia ed entrambi saranno a loro volta differenti da quello Greco.

Più in generale, è un tipo di alimentazione utile per la prevenzione e come elemento di fitoterapia grazie all’apporto di elementi nutrizionali tra cui gli Omega3, Omega6 e Omega9 e fibre. Il segreto è comunque variare sempre per bilanciare l’apporto nutritivo, sconsiglio l’eliminazione totale della carne rossa dalla dieta, ma piuttosto, farne un uso limitato.

 

Dieta vegana: può creare danni al sistema nervoso

La dieta mediterranea è sicuramente quella che ci aiuta a stare in salute e ci permette di prevenire determinate malattie. Non sono pienamente contrario alla dieta vegetariana, perché se ben bilanciata può comunque essere equilibrata. Mi sento invece di sconsigliare la dieta vegana, perché il nutrirsi di soli alimenti vegetali significa escludere o non avere il sufficiente apporto di alcuni elementi fondamentali per il nostro organismo come la vitamina B12, presente in derivati animali e quasi completamente assente nei vegetali, la vitamina D, il ferro. I danni del veganismo si vedono dopo anni. Quando io tolgo la vitamina B12, creo carenze ai sistemi nervoso ed ematopoietico

 

La dieta mediterranea aiuta a prevenire diabete e colesterolo alto

Aumentiamo i grassi di tipo vegetale, soprattutto dell’olio extravergine di oliva che è stato dimostrato avere effetti benefici anche nella prevenzione del diabete.

In particolare diverse ricerche di rilevanza internazionale hanno evidenziato che, l’adozione della cosiddetta dieta mediterranea, comporti:

  • la bassa incidenza di cardiopatia coronarica, di cancro al colon e di neoplasia mammaria;
  • la riduzione del colesterolo totale e del colesterolo LDL (quello “cattivo”);
  • la riduzione dell’obesità;
  • il rischio inferiore di manifestare patologie quali Parkinson e Alzheimer
  • la minore incidenza di diabete, infarto, aterosclerosi, ipertensione e malattie digestive.

 

I carboidrati non fanno ingrassare

Vorrei anche sfatare alcuni miti riguardanti i vari alimenti della nostra dieta. Ad esempio pane, riso e pasta sono carboidrati complessi che contengono fibra e non fanno ingrassare. A farlo possono essere i condimenti utilizzati. I carboidrati sono nutrienti necessari che apportano energia per affrontare la vita. Un alimento essenziale della dieta mediterranea sono i legumi, ricchi di carboidrati, proteine, fibra e minerali, che aiutano a tenere sotto controllo colesterolo e glicemia.

 

L’uovo non fa male al fegato, ma è sconsigliato a chi soffre di calcoli alla cistifellea

L’uovo con le proteine dell’albume e grassi e vitamine del tuorlo aiuta il fegato a disintossicarsi e stare meglio. Svolge un’attività benefica per il fegato perché contiene elementi, come la colina, che hanno una funzione protettiva e che garantiscono la rigenerazione delle cellule del tessuto, favorendo lo svuotamento della cistifellea e quindi il deflusso biliare. Sono controindicati, proprio per questo motivo, per chi soffre di calcoli alla cistifellea perché potrebbero essere responsabili dell’insorgenza di coliche.

 

La carne rossa non è ricca di colesterolo

Altro falso mito da sfatare è quello legato alle proteine della carne rossa e agli alti livelli di colesterolo. Non c’è una sproporzione così netta tra carne rossa e bianca. Ad esempio 100 gr di carne bovina contengono circa 70-74 mg di colesterolo, la stessa quantità di carne bianca ne contiene 67-68 mg, di pesce magrissimo 50 mg. Per evitare l’aumento del colesterolo nel sangue si consiglia di non superare i 300 mg di colesterolo al giorno in una persona sana.

 

Lo zucchero è necessario 

Si pensa che eliminare lo zucchero dalla dieta aiuti a dimagrire. Altro farlo mito, perché lo zucchero è la benzina del cervello. Ci dà la possibilità di elaborare all’interno del cervello e a livello muscolare la giusta energia per avere forza costante. Sconsiglio a tutti i miei pazienti di togliere lo zucchero dal regime alimentare

 

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter