Calcolo delle settimane di gravidanza nei trattamenti PMA

Il parto avverrà a partire dalla 38 esima settimana dal concepimento, anche con metodi di procreazione assistita come FIVET e ICSI

Fare il calcolo delle settimane di gravidanza nei trattamenti PMA (procreazione medicalmente assistita), permettono di individuare la data del probabile parto. Per PMA si intende l’insieme di tutti i trattamenti che permettono la fecondazione di ovociti femminili e spermatozoi maschili, quando non è possibile spontaneamente.

La gravidanza attuata attraverso la fecondazione assistita si svolge esattamente come quella di concepimento naturale. Non ci sono differenze nello sviluppo dell’embrione, né in quello del bambino. Anche il calcolo delle settimane di gravidanza tengono conto della data d’inizio dell’ultimo ciclo mestruale. In questo modo il parto può avvenire intorno alla 38esima settimana dal concepimento con tecniche di PMA.

 

GRAVIDANZA NEI TRATTAMENTI PMA

Esistono diverse tecniche di riproduzione assistita, suddivise in primo e secondo livello, in base al grado di invasività e complessità. Nel primo livello è inserita la tecnica di inseminazione intrauterina semplice, che prevede l’inserimento del seme maschile nella cavità uterina.

Nelle tecniche di secondo livello sono inserite:

  • FIVET, (fecondazione in vitro embrio transfer) o FIV (in vitro fertilization);
  • ICSI, (iniezione intracitoplasmatica di un singolo spermatozoo).

Le tecniche FIVET e ICSI si distinguono nella loro applicazione in due tipologie “cicli a fresco” e “cicli da scongelamento”. Nella prima procedura vengono utilizzati blastocisti che sono stati appena fecondati, nella seconda tecnica il transfer si basa sull’iniezione di blastocisti creati da embrioni precedentemente congelati (crioconservati). 

Per calcolare le settimane di gravidanza con i trattamenti PMA è importante tenere conto due date: quella dell'inseminazione dell'ovocita e quella dell'ultimo ciclo mestruale.  

 

CALCOLO SETTIMANE GRAVIDANZA FIVET

La tecnica di fecondazione in vitro FIVET prevede una serie di azioni come:

  • Stimolazione farmacologica dell’ovaio per produrre più ovociti;
  • Prelievo chirurgico degli ovociti prodotti;
  • Inseminazione degli ovociti in laboratorio (pick up);
  • Fecondazione degli ovociti;
  • Sviluppo degli embrioni. Processo delicato che avviene sotto controllo attento di biologi ed embriologi;
  • Transfer degli embrioni in utero, che può avvenire tra i 3 e i 5 giorni dallo sviluppo degli embrioni.

Con il calcolo settimane gravidanza fivet è possibile individuare con esattezza in che settimana di gestazione si sta entrando e quanto tempo manca per il probabile parto. Per calcolare la settimana di gravidanza con il concepimento naturale va tenuta da conto la data dell’ultima mestruazione. Nel caso in cui si necessiti fare il calcolo delle settimane di gravidanza nei trattamenti PMA, vanno osservati altri criteri, in quanto l’ovulo è stato fecondato in vitro, quindi fuori dall’utero materno. In caso di fecondazione assistita in vitro, sottraendo 14 giorni alla data di inseminazione artificiale dell’embrione (pick up) è possibile individuare la data dell’inizio della gravidanza. Una volta scoperta la data il calcolo delle settimane di gravidanza avviene esattamente come quello del concepimento naturale.

 

CALCOLO SETTIMANE GRAVIDANZA ICSI

Altra tecnica utilizzata nei programmi di procreazione medicalmente assistita è l’ICSI. La tecnica prevede i medesimi processi della Fivet, fino al momento della fecondazione che avviene tramite l’iniezione diretta di un singolo spermatozoo all’interno del citoplasma dell’ovocita. Questa tecnica è utilizzata per risolvere i casi di infertilità maschile, nei casi in cui il numero o la mobilità degli spermatozoi non sono sufficienti per effettuare una fecondazione spontanea.

In questo caso, come si fa il calcolo della settimana gravidanza con ICSI? Per individuare la data del concepimento è sufficiente sottrarre 14 giorni alla data dell’inseminazione dell’ovocita (pick up). Il calcolo delle settimane di gravidanza potrà essere fatto a partire da quella data, esattamente come si fa tenendo conto di un concepimento naturale. Il parto avverrà a partire dallo scoccare della 40 esima settimana dall’inizio dell’ultimo ciclo mestruale, o 38 settimane dopo la procreazione assistita.   

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter