Vaccino Papilloma virus: in arrivo il siero contro 9 ceppi

Disponibile in Italia il nuovo siero che permetterà di prevenire il 90% dei carcinomi al collo dell'utero: il quarto tumore più frequente nelle donne

Arriva in Italia il nuovo vaccino che protegge da 9 ceppi del Papilloma virus umano (HPV). Verrà somministrato ad adolescenti maschi e femmine, intorno ai 9 anni di età. Il siero permetterà di prevenire circa il 90% deitumori al collo dell’utero, causati dal virus. Il carcinoma della cervice è il quarto tumore più frequente in Italia, che colpisce circa 3.500 donne all’anno. 

Tutto quello che c'è da sapere sul Papilloma virus e sul nuovo vaccino anti HPV. 

VACCINO PAPILLOMA VIRUS

Il nuovo vaccino, da poco disponibile in Italia, permetterà di proteggere da 9 ceppi del Papilloma virus. Sette di questi, Hpv 16,18, 31, 33, 45, 52 e 58, sono i più diffusi e i più pericolosi per la diffusione di tumori che colpiscono gli organi riproduttori maschili e femminili. I ceppi sono ad alto rischio oncologico e sono colpevoli di circa il 90% dei tumori del collo dell’utero, il 90% dei casi di cancro anale e quasi l’80% delle lesioni della cervice. Il nuovo siero è l’evoluzione, con l’aggiunta di sette ceppi, del vaccino somministrato abitualmente come il bivalente e il quadrivalente. Il siero verrà somministrato a bambini, maschi e femmine, intorno ai 9 anni di età. 

PAPILLOMA VIRUS

I Papilloma virus, o Hpv (Human papilloma virus) sono piccoli virus a Dna. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, ad oggi, sono stati identificati 100 tipi di Hpv che infettano l’uomo. Tra questi, quasi 40 sono stati collegati a patologie, benigne e maligne, che causano danni al tratto ano-genitale. Il Papilloma virus si trasmette per via sessuale ed è molto frequente nella popolazione. L’infezione da questo virus, a lungo termine, può presentare sintomi come: lesioni della pelle e delle mucose. Ma la maggior parte delle infezioni sono transitorie e asintomatica.

TUMORE AL COLLO DELL’UTERO

Dei numerosi ceppi del Papilloma virus, 12 sono strettamente collegati all’insorgere di neoplasie e carcinomi. Il Papilloma è considerato la causa del manifestarsi del tumore al collo dell’utero, o carcinoma della cervice uterina. Proprio l’Oms ha riconosciuto il carcinoma dell’utero come il primo tumore collegato ad un’infezione da virus.

Secondo gli ultimi dati, raccolti dall'Airc (Associazione italiana per la ricerca control il cancro), il cervicocarcinoma è il quarto tumore più frequente nelle donne. In Italia il tumore della cervice colpisce circa 3.500 donne all'anno.

PREVENZIONE E DIAGNOSI: PAP TEST E HPV TEST

Il carcinoma della cervice può essere prevenuto eseguendo frequenti controlli e visite. La diagnosi precoce dell’Hpv può essere accertata con: Pap test e Hpv test. Questi due esami possono essere fatti nel corso di una visita ginecologica.

Il Pap test è uno screening citologico delle cervice che permette di individuare le lesioni precancerose, causate dal virus. In Italia, questo tipo ti test, è offerto a tutte le donne dai 25 ai 64 anni, ogni tre anni. Eseguire il Pap test a intervalli regolari può ridurre il rischio del tumore del 70%.

Il test dell’Hpv consiste nel prelievo di una minima quantità di cellule dalla cervice. Di queste cellule viene analizzato il Dna, per confermare la presenza del Papillomavirus.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter