Meningite: il punto sulla situazione in Italia

Asl prese d'assalto per le raddoppiate richieste di vaccino. Dall'Iss confermano che "la situazione è sotto controllo e i casi nella norma"

Psicosi di massa o allarmismo ingiustificato, un dato è certo: da giorni le Asl di tutta Italia sono prese d’assalto per le numerose richieste per il vaccino contro la meningite. Dall’Istituto Superiore di Sanità confermano che la situazione meningite è sotto controllo.  

Walter Ricciardi, presidente dell’Iss, ha dichiarato che “in questi giorni molte Asl sono in difficoltà per le richieste pressanti da parte dei cittadini”. Nelle aziende sanitarie del Lazio si stanno vaccinando una media di 200 persone al giorno mentre in Piemonte il calendario vaccinale è bloccato fino a marzo 2017.

La Toscana, regione in cui si è riscontrata una maggiore incidenza di pazienti colpiti da meningite, ha introdotto delle modifiche temporanee al calendario vaccinale. Ora il vaccino meningite è offerto anche agli adulti tra i 20 e i 45 anni.

Questa è la situazione meningite nelle maggiori Aziende sanitarie d’Italia.  

MENINGITE TOSCANA: “SOTTO CONTROLLO CON LA VACCINAZIONE DI MASSA”

La Toscana è stata la regione che ha riscontrato una maggiore incidenza di casi di meningite da meningococco, rispetto alla media, ma non da costituire un’epidemia. Per prevenire la diffusione del meningococco C, la Toscana ha introdotto delle modifiche aggiuntive e temporanee al calendario vaccinale. Fino al 30 giugno 2017 il vaccino meningite è offerto alle persone di età tra 20 e 45 anni e alle persone sottoposte a profilassi che sono stati a contatti con pazienti affetti da meningite. Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità spiega “non vediamo un aumento dell’incidenza della meningite. Sola la Toscana ha un problema ma con la vaccinazione di massa verrà tenuto sotto controllo e risolto”.

Per rispondere alla grande richiesta di vaccinazioni l’Asl Toscana nord ovest ha organizzato un vaccino day a Livorno. Sono disponibili circa 300 posti e per prenotarsi bisogna contattare il Cup Toscana.

 

MENINGITE PIEMONTE: “SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO, NON CI SONO INTASAMENTI”

Nei territori sotto l’Asl To 5 (Moncalieri e Chieri) il calendario per le vaccinazioni contro la meningite sono piene fino a marzo 2017 con circa 300 persone ancora in coda. L’Asl spiega che “la situazione è sotto controllo e non ci sono intasamenti. Tutte le richieste per il vaccino meningite saranno smaltite”. Angela Gallone, responsabile del servizio vaccinazioni dell’Asl To 3, spiega “in una sola settimana sono stati almeno un centinaio gli utenti dell’Asl che si sono sottoposti al vaccino meningite anche fuori dalle fasce previste dal servizio sanitario nazionale”.

Federfarma Torino dichiara che “non sono molti quelli che si sono presentati per acquistare il vaccino meningite ma tantissimi si sono rivolti ai farmacisti per chiedere informazioni. Vogliono sapere quanto è facile il contagio, quali sono i primi sintomi che compaiono e dove rivolgersi in caso di dubbio”.

MENINGITE LAZIO “VACCINATI PIÙ DI 200 PAZIENTI AL GIORNO”

Nelle Asl di Roma sono aumentate del 200 per cento le richieste di vaccino meningite. “Una situazione spaventosa” è come la definisce Roberto Ieraci, responsabile del primo servizio di vaccinazione della regione Lazio “le richieste sono aumentate del 200 per cento, mai vista una cosa del genere, stiamo vaccinando una media di 200 cittadini al giorno. Utilizziamo il vaccino quadrivalente che protegge contro il meningococco C, A, W e Y. Abbiamo le scorte di farmaco perché il nostro è un grande ambulatorio di riferimento”.

MENINGITE LOMBARDIA “CASI NELLA NORMA”

L’assessore alla Sanità della regione Lombardia, Giulio Gallera ha reso noto che i casi di meningite nel 2016 sono stati 37, di cui 8 decessi. “Il dato è in linea con gli anni precedenti, i casi di meningite sono assolutamente nella norma”. Il prezzo del vaccino, distribuito in farmacia, ammonta a circa 120 euro. Dal 10 gennaio in Lombardia sarà possibile acquistare il vaccino meningite a prezzi scontati: 48 euro per il vaccino meningite tetravalente contro i meningococco A, C, Y e W135, 80 euro per il vaccino contro il meningococco B. 

MENINGITE CAMPANIA: VACCINO GRATIS PER NEONATI E ADOLESCENTI

La regione Campania sta promuovendo la campagna vaccinale contro la meningite. Nelle Asl campane sono state fissate delle nuovo disposizioni per quanto riguarda il vaccino tetravalente che protegge dai ceppi di meningococco A, C, Y e W135. Il vaccino sarà gratuito a tutti i bambini al compimento del 13° mese di vita. Il vaccino meningite sarà offerto anche a tutti gli adolescenti tra i 12 e 18 anni

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter