Ospedali, al de Lellis di Rieti decorati i muri del Punto nascita

Gli studenti del liceo artistico cittadino hanno realizzato dei pannelli per coprire le scritte che imbrattavano le pareti

Il  colore ha invaso la sala d'attesa della Unitā operativa complessa  di ostetricia e ginecologia dell'ospedale de Lellis di Rieti. Gli studenti del Liceo artistico cittadino "Calcagnadoro" hanno infatti realizzato ed installato una serie di pannelli pittorici sul tema della nascita per coprire le innumerevoli scritte che da tempo imbrattavano le pareti.

E' un malcostume diffuso purtroppo, per i papā, per i familiari e per gli amici, annunciare l'arrivo di un bebč scrivendo sui muri senza pensare all'immagine di degrado che lasciano dietro di sé.

I pannelli in cartongesso, otto in tutto, sono stati decorati dagli studenti che si sono diplomati lo scorso anno e da quelli del V C di quest'anno. L'iniziativa, nata in collaborazione con la Asl di Rieti, testimonia ancora una volta come ormai il mondo della scuola sia pronto a mettersi al servizio della comunitā. Giā in passato infatti,l'istituto superiore aveva contribuito a rallegrare ed umanizzare gli ambienti ospedalieri come, ad esempio, con  la realizzazione di due opere, una pittorica ed una scultorea, destinate al reparto di radioterapia.

Ad illustrare il progetto č intervenuta la dirigente scolastica, Stefania Santarelli, accompagnata da una rappresentanza di studenti  in occasione della presentazione del reparto ospedaliero appena rinnovato con le due sale parto intitolate ad Accumoli ed Amatrice; in queste stanze, destinate ad accogliere nuove vite, sono state affisse fotografie retroilluminate che raffigurano le cittadine prima della distruzione operata dal terremoto.

"E' bello, in questa situazione drammatica che abbiamo vissuto tutti, in particolare i paesi colpiti da vicino - ha detto la preside Santarelli  - poter contare sulla partecipazione degli alunni e delle loro famiglie. I ragazzi sono una parte importante della nostra societā e della cittā e possono e devono essere coinvolti - ha sottolineato - Il mondo della scuola c'č ed č pronto a partecipare e da queste esperienze, i giovani,  non potranno che ricevere messaggi positivi". 

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanitā

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter