Vaccino meningite: quello che c'è da sapere

Quali sono i soggetti più a rischio e quali sono i sieri anti meningococco. L'Iss chiarisce alcuni punti sulla vaccinazione

Bambini e adolescenti sono i soggetti più a rischio di contrarre la meningite. Per i bambini intorno all’anno di vita, il vaccino per la meningite è offerta e fortemente consigliata.

Gli adulti, invece, possono vaccinarsi gratuitamente solo se affetti da una particolare patologia, in alternativa è possibile acquistare privatamente (sotto prescrizione) il vaccino meningite e recarsi all’Asl di competenza per la somministrazione.

Ma quali sono le tre tipologie di batteri che possono causare questa malattia infettiva e quali i vaccini anti meningococco?.

L’Istituto Superiore della Sanità ha reso pubblico un vademecum per chiarire alcuni punti sul vaccino anti-meningite.

COSA È LA MENINGITE

La meningite è una patologia infettiva che colpisce le membrane che rivestono il cervello, le meningi. Questa malattia è dovuto al contagio con batteri o virus. Spesso, la meningite causata da virus ha un decorso benigno, mentre la meningite batterica è più grave e si manifesta soprattutto in età pediatrica. Sono tre i batteri responsabili della malattia infettiva. Il più comune è il Neisseria meningitidis (meningococco) che si divide in ceppi A,C,Y,W135. Seguono lo Streptococcus pneumoniae (pneumococco) e l’Haemophilus influenzae.

Sia bambini che adolescenti di qualsiasi età, sono i soggetti più a rischio di contagio. L’unica eccezione è data dal meningococco B che colpisce i bambini piccoli, al di sotto dell’anno di vita.

VACCINO MENINGITE: LE TIPOLOGIE

Attualmente il vaccino meningite è distribuito in tre tipi, mirati a prevenire il contagio del batterio più comune, il meningococco. Il vaccino per la meningite più comune è il quadrivalente che protegge dai ceppi dei sierogruppi  A, C, Y, W135. Segue il vaccino specifico contro il solo batterio del meningococco C. Recentemente è stato introdotto il vaccino meningite contro il sierogruppo del meningococco B.

 

VACCINO MENINGITE: PER CHI È CONSIGLIATO

L’unico vaccino meningite attualmente gratuito in tutta Italia è quello contro il meningococco C, previsto per i bambini che hanno appena compiuto il primo anno di vita. Per le altre Asl, l’offerta vaccinale varia da regione a regione. Il vaccino tetravalente che protegge dai sierogruppi A,C,Y,W135 è specifico per gli adolescenti intorno ai 15 anni. Mentre, il vaccino meningite anti meningococco B è indicato per i bambini sotto l’anno di vita, gratuito in alcune regioni ma presto esteso a livello nazionale.

Per gli altri agenti batterici che causano meningite, la vaccinazione contro Haemophilus Influenzae B (emofilo tipo B) viene effettuata gratuitamente ai bambini insieme all’antitetanica, antipertosse e antiepatite B al 3°, 5° e 11° mese di vita. Il vaccino contro lo Streptococcus pneumoniae (pneumococco) è offerto gratuitamente.

VACCINO MENINGITE PER GLI ADULTI

Il vaccino meningite per gli adulti non è raccomandato, salvo nel caso di pazienti affetti da particolari patologie come: talassemia, diabete, malattie epatiche croniche gravi, immunodeficienze congenite o acquisite. Per chi volesse vaccinarsi contro la meningite può richiederlo presso la propria Asl di appartenenza o tramite prescrizione del medico di base. Il siero non è gratuito per gli adulti, fatta eccezione per i residenti nella regione Toscana.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter