Asl Rieti, 3 nuovi primari per il de Lellis

I direttori di unità operativa complessa hanno già preso servizio. In arrivo anche il responsabile di psichiatria

Si va completando l'organico che la Regione Lazio ha previsto per l'ospedale de Lellis di Rieti. Hanno infatti già preso servizio i 3 nuovi direttori di Uoc attesi al presidio aziendale. Si tratta di Felice Patacchiola per la ginecologia ed ostetricia, Flavio Mancini per la medicina, chirurgia ed accettazione d'urgenza e Francesco Stipa per la chirurgia generale ed oncologica.

I tre dirigenti vanno ad aggiungersi ad Anna Ceribelli, responsabile dell'oncologia medica e, in questi giorni, sarà reso noto anche il nome del dirigente della psichiatria.

I nuovi primari hanno tutti avuto precedenti esperienze, più o meno lunghe, al de Lellis: Patacchiola rientra alla direzione di ostetricia dopo 5 anni trascorsi a Teramo, Mancini è stato dirigente pro tempore del Pronto soccorso, Stipa è passato per un solo semestre nell'ospedale reatino ed è stato 20 anni al S. Giovanni di Roma.

"Ho trovato un ospedale moderno con sale operatorie attrezzate e personale competente ed accogliente - ha detto Francesco Stipa - questo è sicuramente un luogo dove è possibile realizzare un progetto di crescita scientifica" Il primario è infatti docente alla scuola di specializzazione del S. Andrea e punta a sviluppare una linea di ricerca sui tumori del colon-retto portando gli studenti  al de Lellis. " Qui c'è un'oncologia affermata, una radioterapia attrezzata, una radiologia all'avanguardia e l'endoscopia. Si tratta di tutti gli ingredienti necessari per realizzare la terapia integrata dei tumori".

Un buon ritorno anche per Felice Patacchiola "rientrato" a Rieti lo scorso ottobre. " Il de Lellis vanta uno dei Punti nascita più belli d'Italia - afferma - Qui c'è un servizio di parto analgesia attivo h 24, 2 sale parto moderne con la vasca e sta per essere aperto il nuovo reparto con 18 posti letto e camere di degenza singole o doppie con bagno".

E' rimasto a giocare in casa invece felice Mancini che, in occasione del nuovo incarico, ha sottolineato come anche nel 2016 il Pronto soccorso del de Lellis abbia centrato i 4 indicatori di qualità istituiti dalla Regione. "Registriamo oltre 40 mila accessi l'anno - ha detto - con una media di 120-130 pazienti al giorno". Un successo questo, che quest'anno conta più che ma a causa dell'emergenza fronteggiata con il terribile sisma dello scorso agosto.  

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter