Creg, in Lombardia i diabetici più consapevoli della malattia

Anche grazie alla sperimentazione dei Chronic related group, i pazienti diabetici sono i più soddisfatti d'Italia per la competenza dei servizi offerti

Con i Creg inLombardia la Regione ha fatto un salto qualitativo in avanti, rispetto al resto d’Italia, nella gestione dei pazienti diabetici. I soggetti in terapia nella Regione risultano consapevoli e competenti nella gestione della propria patologia. L’80% dei malati affetti da diabete si sono dimostrati molto soddisfatti per la qualità dei servizi sanitari in termini di accessibilità, tempi di attesa e servizi offerti. Dato maggiore rispetto al 75% del resto degli italiani che si ritengono soddisfatti.

Un 44% dei pazienti si è detto “molto soddisfatto” della propria cura, rispetto ad un 32% del dato nazionale. Sono proprio questi i dati che posizionano la Regione Lombardia in una fascia alta rispetto al resto dell’Italia per soddisfazione e competenza del paziente. Inserita tra le regioni più avanzate per quanto riguarda la gestione efficace della cura.

SPERIMENTAZIONE CREG LOMBARDIA, UNA GESTIONE EFFICACE DEL DIABETE

“L’emergenza cronicità è un aspetto che ha comportato una serie di impegni molto importanti in questa regione. - spiega Fiorenzo Corti, Segretario Regionale della Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg) -  In modo particolare per quanto riguarda la gestione di pazienti con diabete, rischio cardiovascolare e bronchite cronica. Essi rappresentano una parte molto importante della nostra popolazione e già quattro anni fa abbiamo intrapreso una strada, quella della sperimentazione dei Creg (Chronic Related Group), che sta dando buoni risultati. Abbiamo oggi 500 medici aderenti alla sperimentazione e l’anno prossimo saranno mille con risultati ancor più visibili. Sotto il profilo gestionale i risultati sembrano darci ragione in quanto i pazienti che sono seguiti con questa metodica vanno meno al Pronto soccorso e subiscono meno ricoveri.”

CREG: UN’ASSISTENZA PERSONALIZZATA CHE EVITA LE COMPLICANZE

Il Creg è un modello innovativo di presa in carico dei pazienti affetti da patologie croniche, come il diabete. Il paziente ha a sua disposizione un Centro Servizi che lo accompagna durante tutte le fasi della cura. Una Centrale Operativa che assiste il malato da remoto. Gli infermieri del centro si concentrano su tutti gli aspetti della cura, da quello clinico (come ad esempio la prenotazione di una determinata prestazione) a quello psicologico. I primi risultati della sperimentazione dei Creg in Lombardia hanno dimostrato come il malato risulti più consapevole del proprio stato di salute e quindi più aderente alle cure prescritte.

 “L’assistenza personalizzata e costante del Creg ha il pregio di evitare inutili complicanze a cui spesso il paziente va incontro se non è curato bene. Senza contare i vantaggi derivanti dalle cure a domicilio grazie alla telemedicina. A spostarsi, infatti, non è il paziente bensì le informazioni, così da ridurre le code negli ospedali e lo stress del paziente” spiega Corti.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter