Salute mentale, la Asl Roma 2 capofila nel progetto europeo HERO

L'azienda sanitaria lavorerà in partnership con altri Paesi sui temi dell'inclusione sociale dei soggetti affetti da gravi disturbi psicopatologici

La Asl Roma 2 è capofila di un progetto europeo che riguarda l'inclusione sociale delle persone affette da gravi disturbi mentali. L'Agenzia nazionale Erasmus+INDIRE (Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa) ha infatti approvato il programma presentato dalla ex Asl Roma B in tema di buone pratiche nell'educazione degli adulti .

Il progetto, denominato HERO (Housing: an educational European ROad towards civil rights), si concluderà a settembre 2019 e prevede la cooperazione fra 6 partners compresa la Roma 2. L'Housing rappresenta il sostegno ad abitare in case comuni per i soggetti affetti da severi disturbi psicopatologici come condizione propedeutica al percorso di inserimento nella società.

Ad affiancare l'azienda sanitaria saranno fondazioni, associazioni e università di 5 Paesi diversi: Italia, Grecia, Croazia, Belgio e Inghilterra. Per la realizzazione dell'iniziativa l'Agenzia Erasmus+ INDIRE ha messo a disposizione la cifra complessiva di 382.752 mila euro dei quali oltre 72 mila andranno alla Asl Roma 2. Le risorse saranno destinate all'acquisizione di strumenti tecnologici e risorse professionali.

Fra gli obiettivi principali del progetto ci sono la realizzazione di un Curriculum europeo per sviluppare le competenze finalizzate ad un Housing di qualità; la facilitazione all'accesso formativo per le comunità locali in tema di Housing; l'ampliamento delle competenze di base dei professionisti.

HERO sarà realizzato da alcuni operatori della Asl Roma 2 che fanno capo al Dipartimento di Salute mentale della ex Asl Roma B e porterà ad una metodologia condivisa per la cura dei pazienti ricoverati in istituti per malattie mentali. Il progetto inoltre, definirà le strategie formative di coloro che sono quotidianamente a contatto con questa categoria di persone.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter