Cardiologia: nasce al Monzino il primo Centro per il cuore della donna

In Italia malattie cardiovascolari ed infarto colpiscono ogni anno 124 mila esponenti del gentil sesso: una ogni cinque minuti

E' in dirittura d'arrivo all'Irccs cardiologico 'Monzino' di  Milano un Centro per il cuore della donna. La struttura nasce con l'obiettivo di raccogliere e integrare  tutte le competenze professionali necessarie a gestire i vari aspetti della malattia cardiovascolare al femminile, dal rischio individuale fino al trattamento personalizzato. Solo in Italia infatti, ogni anno si contano 124 mila donne vittime di eventi cardiovascolari e infarto: una ogni cinque minuti. "Eppure le donne potrebbero fare moltissimo per evitare questa sorta di epidemia - dice Daniela Trabattoni, medico dell'unita' di Cardiologia Interventistica del Monzino - con scelte di vita migliori, come l'astensione al fumo di sigaretta, l'esercizio fisico e una dieta sana anche perchÚ nelle donne continua a mancare la consapevolezze del rischio e continuano a considerare le malattie del cuore un problema maschile".

La malattia cardiovascolare quindi Ŕ diventata un nemico silenzioso per le donne: si presenta circa 10 anni pi¨ tardi rispetto agli uomini ed i sintomi sono spesso subdoli. I dati del Progetto Cuore dell'Istituto Superiore di SanitÓ, hanno messo in luce che il 58% delle donne in menopausa risulta iperteso, il 51% soffre di ipercolesterolemia, il 67% ha problemi di sovrappeso o obesitÓ ed il 12% ha il diabete. "Nonostante i successi degli ultimi anni, anche a causa dell'invecchiamento della popolazione - spiega Elena Tremoli, direttore scientifico del Monzino - le malattie cardiovascolari sono in aumento e preoccupa la proiezione fatta negli Stati Uniti che prevede un raddoppio dei costi per la cura di queste malattie entro il 2030. Per migliorare le terapie Ŕ necessario concentrare tutti gli sforzi di ricerca nel nostro Paese e utilizzare al meglio ogni risorsa disponibile".

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola SanitÓ seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola SanitÓ

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter