Doctor Plus, un aiuto per i pazienti diabetici

Il dato è stato confermato da Graziano Santantonio, diabetologo dell'Asl Roma F che ha raccontato a Bussola la sua esperienza con il kit di Vree Health Italia

La vita dei pazienti diabetici di tipo 2 può essere migliorata e resa più semplice dall’utilizzo di apparecchi di telesalute comeDoctor Plus. Questo è un kit, messo a punto da Vree HealthItalia, è costituito da tre apparecchi in grado di rilevare glicemia, pressione arteriosa e peso corporeo. Tra parametri chiave da utilizzare nelle gestione quotidiana del diabete alimentare. I dati vengono poi ricevuti e analizzati da una centrale operativa infermieristica che tiene i contatti con i pazienti. Dei vantaggi portati da questa tecnologia, Bussola Sanità ha parlato con Graziano Santantonio, responsabile dell’Unità operativa di diabetologia dell’Asl Roma F.

In soccorso dei pazienti più gravi. Il diabete di tipo 2 rappresenta una condizione che, se ben seguita, può essere abbastanza facilmente controllata con farmaci e corretta alimentazione. Alcuni pazienti arrivano però alla perdita di controllo della patologia, peggiorando dal punto di vista clinico.

“L’uso del kit di Doctor Plus – ha raccontato Santantonio – ci ha permesso di stabilizzare le condizioni di molti pazienti, soprattutto di quelli in condizioni più gravi. Questi sono stati stimolati nel migliorare il proprio stile di vita e nel seguire con più attenzione la terapia farmacologica prescritta. Proprio in questi pazienti abbiamo osservato il miglioramento più sensibile”.

Importante anche il fattore umano.Il kit ideato da Vree Health Italia, si basa su tecnologie molto avanzate. I dati ottenuti, tuttavia, hanno bisogno dell’interpretazione di persone adeguatamente formate. “Molti dei pazienti che utilizzano il sistema Doctor Plus – ha aggiunto Santantonio – riferiscono di aver raggiunto un rapporto di fiducia, quasi di amicizia, con il personale infermieristico che li segue dalla centrale operativa”.

“Questo è un fattore di particolare importanza, dal momento che molti dei pazienti vivono soli o in condizioni di disagio sociale. Una voce amica, insomma, in grado di accompagnare le persone nel controllo della patologia diabetica. Si tratta di un esperienza che è stata in grado di arricchire personalmente e professionalmente anche tutti gli operatori del team di diabetologia della nostra Asl”.

@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter