Infarto, dall’Iss arriva il “Progetto Cuore”

L'istituto superiore di Sanità ha indicato alcuni consigli e rimedi per tenere sotto controllo i fattori di rischio e migliorare la qualità della vita

Per mantenersi in salute ed evitare i rischi dell’infarto basta poco. Parola dell’Istituto superiore di Sanità che pubblicato sul proprio sito una guida in cui vengono indicate le abitudini da prendere, e quelle da evitare, per ridurre l’incidenza dei fattori di rischio sulla salute di cuore e arterie. L’Istituto ricorda a tutti i cittadini che non è mai troppo tardi per imparare e nutrirsi e a vivere meglio il proprio corpo, evitando di scivolare in condizioni come sovrappeso, obesità, sedentarietà o eccesso di sale da cucina.

Due opuscoli sfogliabili online.L’Istituto superiore di sanità ha raccolto le proprie indicazioni in due opuscoli sfogliabili online. Il primo si intitola “Per mantenersi in salute basta poco” e contiene piccoli ma utilissimi consigli applicabili con facilità alla vita quotidiana. Il secondo si concentra invece in maniera particolare sul tema dell’attività fisica. In questo si ricorda che tutti, anche anziani e persone con scarsa mobilità, possono esercitarsi in modo “dolce” anche stando sdraiati a letto, senza compiere grossi sforzi. Una sezione del sito è infine dedicata al problema del sale alimentare e insegna, oltre che ad evitare di aggiungerlo sui piatti già pronti, anche a conoscere i cibi che ne sono naturalmente molto ricchi.


@gianlucacasponi

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter