Ictus, ecco l’app che aiuta a riconoscerlo

Ideata e realizzata in Italia è rivolta a tutti i cittadini che vogliano conoscere e prevenire questa malattia

Riconoscere l’ictus, sapere come reagire e ridurre il rischio che si verifichi. Per raggiungere questi obiettivi i ricercatori del Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Firenze e del Consiglio nazionale delle ricerche hanno realizzato un’app disponibile per smartphone.

Si chiama Ictus 3R ed è scaricabile dal Pc e dai cellulari di ultima generazione. Come già accennato Ictus 3R si articola secondo la strategia delle 3 parole chiave – riconoscere, reagire, ridurre (le 3 R appunto) - ed è rivolta a tutti i cittadini che vogliano conoscere, riconoscere e prevenire questa malattia.

Attraverso questa app, dunque, si può comprendere come si manifesta, si cura e si può provare ad evitare un ictus, quali possono essere le conseguenze e in che modo intervenire tempestivamente ai primi sintomi.

Ogni utente, inoltre, potrà conoscere il proprio livello di rischio in qualsiasi momento. Infatti, nella sezione chiamata “Riduci” è possibile verificare quali sono i fattori di rischio e come fare per abbassarli

"Ictus 3R è stata ideata per favorire la conoscenza della malattia – dichiara il Professor Domenico Inzitari, uno degli inventori della app -. Abbiamo realizzato i contenuti scientifici e divulgativi che aiutano a riconoscere i possibili segnali dell'ictus, grazie ai quali è possibile comprendere una potenziale emergenza per la propria salute".

Ecco il sito da cui scaricare la app

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook e Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter