Sclerosi multipla, il farmaco Tecfidera diventa rimborsabile

Il medicinale per la terapia orale Ŕ stato inserito dall'Agenzia italiana del Farmaco nella classe A

Il Tecfidera, il farmaco per il trattamento orale indicato per le persone adulte con sclerosi multipla recidivante-remittente diventa rimborsabile. La novità è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale (numero 19 del 24 gennaio 2015).

In precedenza il Tecfidera (dimetil-fumarato) era stato inserito in classe C, dedicata ai farmaci non ancora valutati ai fini della rimborsabilità. Nei giorni scorsi, invece l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha inserito il medicinale nella classe denominata classe A, dedicata ai farmaci rimborsati dal Sistema Sanitario Nazionale.

Chi può prescriverlo. Il Tecfidera potrà essere prescritto da tutti i Centri Nazionali per il trattamento della Sclerosi Multipla definiti a livello regionale in base alla nota Aifa 65. Il prossimo passaggio, prima che il trattamento sia disponibile alle persone con Sclerosi Multipla, è presso le Regioni, che dovranno provvedere a inserirlo nei prontuari.

I dosaggi autorizzati sono le capsule da 120 mg e 240 mg, che devono essere assunte per via orale. Il trattamento deve svolgersi sotto la sorveglianza di un medico esperto della malattia.

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola SanitÓ

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter