Aids, dove eseguire i test e come accedere ai servizi

Nella Lazio molte strutture offrono la possibilitÓ di sottoporsi alle analisi diagnostiche per l'Hiv. Altre supportano le persone malate. Ecco i riferimenti

Nel Lazio sono attivi numerosi servizi di prevenzione, diagnosi e cura dell’Hiv. La minaccia rappresentata da questo virus è ancora ben presente e rappresenta un pericolo concreto. In occasione della giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, che si celebra il primo dicembre, ricordiamo ai lettori di Bussola Sanità tutte le strutture presso le quali è possibile eseguire i test diagnostici e dove è possibile farsi seguire nel caso si fosse contratta l’infezione da Hiv.

Nel campo della prevenzione, la Regione Lazio lo scorso anno ha inaugurato un portale Internet, ancora attivo, che si occupa di sensibilizzare i cittadini sui temi dalla prevenzione. Nell’articolo che abbiamo dedicato al servizio si spiega che si tratta di una malattia particolarmente insidiosa e infida perché, prima della manifestazione dei sintomi, possono passare molti anni. In questo periodo si è comunque contagiosi, per cui è fondamentale ricorrere al test dopo ogni comportamento a rischio, di natura sessuale o legato al consumo di droghe.

Le analisi mirate alla ricerca dei virus sono importanti non solo perché la diagnosi precoce permette di frenare la diffusione dell’epidemia, ma anche perché se le malattia viene rilevata in tempo, è più facile combatterla. Al momento non esistono vaccini o terapie risolutive ma i farmaci introdotti sul mercato negli ultimi anni sono molto efficaci nell’impedire che l’evoluzione della malattia sia troppo veloce. Nel Lazio le analisi possono essere effettuate presso un gran numero di strutture. Per trovare la struttura più vicina è possibile leggere l’articolo che contiene la lista completa dei presidi.

Uno dei centri aperti di recente è quello dell’ospedaleLazzaro Spallanzani. Questa struttura è specializzata nella cura della malattie infettive in genere e possiede un ambulatorio dedicato alla diagnosi e alla terapia dell’infezione da Hiv. I test sono anonimi e gratuiti. Nel caso siano positivi, i cittadini avranno a disposizione personale qualificato per il supporto medico e psicologico del caso.

Le persone che hanno già ricevuto la diagnosi e la cui la salute versa in condizioni precarie possono fare affidamento sul servizio di assistenza domiciliare offerto dalla Regione. Questo supporto è offerto a tutti cittadini, quindi compresi quelli affetti da Hiv. L’articolo che abbiamo dedicato a questo argomento spiega nel dettaglio come attivare il servizio di assistenza.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola SanitÓ

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter