Sclerosi multipla, dall’Aism una guida per convivere con i disturbi cognitivi

Problema di memoria, attenzione e concentrazione riguardano circa la metà dei pazienti. In un video alcuni consigli per i malati e loro parenti

Un video per aiutare le persone colpite da sclerosi multipla e i loro parenti a convivere con i disturbi cognitivi che accompagnano i sintomi motori della malattia neurologica autoimmune. Lo ha prodotto l’Aism, (Associazione italiana sclerosi multipla) per fare chiarezza su un aspetto della patologia che può risultare difficile da spiegare e affrontare.

Rilevante impatto sulla qualità della vita.Le difficoltà cognitive, al pari di quelle motorie, possono influire in maniera rilevante sulla qualità della vita della persone. “I principali disturbi cosiddetti ‘complessi’ – si legge sul sito dell’Aism – ovvero disturbi non visibili, difficili da individuare e da spiegare agli altri, possono ledere l'autostima ed essere male interpretati da chi ci sta intorno, come familiari amici, colleghi".

"Se non adeguatamente informati possono confonderli con pigrizia, sbadatezza, disinteresse, distrazione. Per questo abbiamo realizzato questo video per conoscere meglio simili disturbi e condividere alcuni consigli su come gestirli al meglio”.




@gianlucacasponi
Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Bussola Sanità seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Bussola Sanità

Seguici su

  • facebook
  • twitter

Iscriviti alla nostra

  • newsletter